Parma a Zamparini, accuse inaccettabili

Share

Se andate a vedere l'anno scorso la partita per l'accesso in Serie B, Pordenone-Parma, vedrete lo stesso film di ieri sera. E alle parole a caldo di Zamparini, sono seguite le repliche dall'Emilia, con il Parma che rispedisce al mittente le accuse del patron rosanero: "La nostra risposta sono i video e le foto che abbiamo pubblicato sui nostri social". Qualcuno della Procura Federale indaghi. Un errore è un errore, quando però gli errori si accumulano bisogna che qualcuno indaghi. La distanza dal Frosinone secondo in classifica è rimasta di un solo punto?

Maurizio Zamparini, patron del Palermo, ha parlato oggi in un'intervista concessa al Giornale di Sicilia dei torti arbitrali subiti in passato con riferimento alle proteste per la gara contro il Parma. Speriamo ci lascino giocare a calcio e non ci condizionino le partite come ieri sera. Pescara? Non sarà una partita facile, come nessuna lo è, in questo momento non sono sereno perché quello che è successo ieri sera naturalmente turba.

Lo ha fatto e continuerà a farlo per rispetto verso tutte le componenti in gioco e per dare un piccolo contributo per un mondo del calcio migliore.

Maratea, individuati sei lavoratori in nero dalla Guardia di finanza
Le aziende potranno riprendere i lavori soltanto dopo aver regolarizzato tutte le posizioni lavorative. I lavoratori operavano in tre aziende della ristorazione e dell'edilizia residenziale.

Zamparini reputa gli errori di Parma più che gravi: "Questo non è un errore grave, è gravissimo - aggiunge - quasi da chiedere l'annullamento della partita, è un errore tecnico".

Per questo, nonostante la linea che questa società si è data, è impensabile rimanere in silenzio di fronte alle dichiarazioni odierne. Ed e' anche dimostrazione di scarsa memoria, ripensando alla gara d'andata e al gol annullato a Gagliolo allo scadere - si legge nella nota del Parma - Quella rete avrebbe regalato tre punti fondamentali alla nostra squadra, ma in quella circostanza, il Parma non si e' permesso di commentare in alcun modo l'episodio.

"Per questi motivi il Parma Calcio 1913 non ha più intenzione di sopportare il peso di parole irresponsabili e chiede agli organi competenti di prendere tempestivi provvedimenti a tutela dell'immagine della nostra società, nel rispetto dei nostri tifosi e di questo sport".

Share