Per l'esenzione dal canone

Share

Un provvedimento del direttore dell'Agenzia ha approvato, infatti, la modulistica da utilizzare e le indicazioni operative da seguire per ottenere l'agevolazione.

Trovate invece informazioni utili su tutti gli altri casi di esonero a questa pagina: possono fare domanda per l'esenzione al pagamento del canone Rai anche le persone che non possiedono un televisore (proprio o di un componente della propria famiglia anagrafica) in nessuna delle abitazioni in cui ha un'utenza elettrica intestata. E non solo: chi avesse diritto all'esenzione e l'avesse già pagato avrà la possibilità di richiedere un rimborso compilando un diverso modello.

Per l'esenzione relativa all'anno 2018 il limite reddituale è stato elevato a 8mila euro, come previsto dal decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, del 16 febbraio 2018.

Consiglio Regione Lazio, Leodori eletto presidente. Palozzi e Porrello vicepresidenti
Nulla di fatto anche nella seconda votazione: 26 voti per il presidente uscente, uno per Cavallari e 24 schede bianche. Al via il primo consiglio regionale del Lazio: per il confermato governatore Nicola Zingaretti c'è subito un test.

La legge di bilancio del 2018, in vigore dallo scorso 1 gennaio, ha introdotto una modifica ai requisiti che permettono ad alcune categorie di persone di chiedere l'esenzione dal pagamento del canone Rai. Subentrano ai precedenti, per semplificare e dare attuazione alle disposizioni che, per il 2018, hanno ampliato a 8mila euro il tetto reddituale previsto ai fini dell'agevolazione. Sarebbe assurdo se nel 2019 si tornasse alla vecchia esenzione di 6.713,98 euro. Con lo stesso provvedimento, aggiunge l'agenzia, "viene definito il nuovo modello di rimborso per quelli che, pur avendo diritto all'esenzione, hanno già pagato il canone".

In alternativa, se il canone non dovuto è stato versato mediante la bolletta elettrica, è possibile richiedere il rimborso, dopo aver presentato la dichiarazione sostitutiva che attesta il possesso dei requisiti, utilizzando lo specifico modello - pdf - che può essere trasmesso anche on line - indicando la causale 1. "Infine, chiediamo il rispetto della legge di Stabilità 2016 e di estendere, quindi, anche al 2016 e al 2017 questa misura", conclude Dona.

Share