Sanità: 12 e 13 aprile sciopero nelle Asl. Garantiti i servizi emergenza

Share

Tra le rivendicazioni degli infermieri: dignità professionale, un contratto che rispetti l'evoluzione della professione, regole che supportino la declinazione operativa delle potenzialità professionali, pari opportunità tra i professionisti della salute e un riconoscimento economico congruo alle responsabilità. Così Antonio De Palma, presidente Nursing Up.

Sulla possibilità di aderire totalmente o parzialmente alla due giorni di agitazione, il sindacato ha chiesto ripetute delucidazioni alla Commissione di garanzia sciopero, ma dall'authority non ha fornito alcun chiarimento nero su bianco.

Italia dice no a raid in Siria
Tra i diversi contatti internazionali avuti oggi da Gentiloni c'è anche una telefonata con la cancelliera tedesca Angela Merkel . La linea del premier è condivisa anche dal centrodestra ricevuto da Mattarella per le consultazioni.

Lo sciopero di 48 ore degli infermieri, iniziato a mezzanotte e che proseguirà fino alla giornata di domani, ha visto un'adesione a macchia di leopardo in tutta Italia con punte del 100% di partecipazione a Milano, dove sono chiuse le sale operatorie al Policlinico e sono saltati tutti gli interventi programmati, mentre al Niguarda risultano in funzione solo la metà dei blocchi operatori e al Fatebenefratelli ci sono reparti interi chiusi, come quello di Endoscopia. Rivendico il diritto di chi dovrebbe essere libero di aderire come ritiene. "Gli infermieri tengono in piedi la sanità e devono poter dire la propria". Se lo sciopero fallisce, sarà soprattutto a causa di questi 'trucchetti'.

"Anche gli infermieri piemontesi sciopereranno e manifesteranno contro un contratto considerato inaccettabile". Un ruolo sbandierato a gran voce da parte delle istituzioni, ma di fatto boicottato nelle scelte decisive. "Il pensiero va ovviamente al controverso rinnovo, dopo 9 anni di stallo, del contratto collettivo nazionale del 23 febbraio, che noi chiediamo di rivedere".

Share