Sarri: "Partita dominata come occasioni da gol, vittoria sofferta ma giusta"

Share

La dimostrazione lampante di quanto siamo stati sfortunati nel dover fare a meno di lui. "Ho visto una squadra che produceva tanto gioco, ma se si vuole trovare un difetto forse abbiamo peccato di precisione negli ultimi 20 metri in un paio di circostanze, ma penso rientri nella normalità".

Dopo aver ascoltato i fischi indirizzati a De Laurentiis, Lorenzo Insigne si è risentito in campo e ha zittito i tifosi che contestavano il numero uno del club azzurro con il dito davanti alla bocca. "Spero che questa sia una vittoria che ci dia benzina. In quei 30" c'è stato tolto qualcosa, quindi un po' di rabbia c'è. "Milik? Che disastro il doppio infortunio!" C'è mancato tanto. Diawara invece dopo una stagione da sorpresa ha faticato più dell'anno scorso ma ero sicuro che avrebbe fatto una gran partita perché ultimamente l'ho visto rasserenato e vicino al suo livello", commenta Sarri che si definisce infine "carico e soddisfatto.

Chi è Michael Goolaerts, il ciclista belga colpito da infarto alla Roubaix
L'azione decisiva avviene a 54 km dal traguardo, con Sagan che lancia l'allungo decisivo, tallonato dal solo Dillier . La 116a edizione della Parigi-Roubaix ha visto il successo di Peter Sagan e la grande prestazione di Silvan Dillier .

Vittoria al cardiopalma e campionato ancora in ballo: il Napoli supera il Chievo in un match soffertissimo per gli azzurri. "Primo tempo? C'è stato un calo, ma siamo sempre rimasti concentrati e consapevoli di poter vincere". Pe ccorrere 'o ffacette sí, ma a vvacante sbaglianno troppi pasiglie (passaggi) pure chilli cchiú ffesse! "Come ho detto sono veramente molto felice, è stato il primo gol dopo l'infortunio e questi mesi sono stati veramente duri per me", ha concluso. "E' arrivata la palla e la dovevo buttare dentro e l'ho fatto". Si annusava nell'aria che l'avremmo vinta. Vediamo, sinceramente in questo momento non mi interessa.

Queste le parole del trainer ex Empoli: "Ci fa piacere aver dato un risultato logico alla svolgimento della partita, una gara dominata dall'inizio alla fine, una fase difensiva di alto livello ed un solo errore in disimpegno. Io credo che un'atleta non riesca mai ad essere al top della forma per più di due-tre settimane". "Sono contento per il nostro pubblico - dice il tecnico toscano - perché senza di loro non saremmo riusciti a ribaltarla".

Share