Tim, depositata la lista di Vivendi per il rinnovo del Cda

Share

Il Cda di Cassa depositi e prestiti ha deliberato l'ingresso di CDP nel capitale di Tim "con una prospettiva di lungo periodo".

"Telecom è la compagnia che ha la maggiore profittabilità in Europa, il che significa che nonostante tutti i problemi che ha avuto è solida e di grande attrattività per investitori".

"Sono benvenuti tutti gli azionisti che portano un contributo positivo alla società", lascia trapelare il gruppo Vivendi presieduto da Vincent Bollorè, che intanto presenta la propria lista di candidati in consiglio per il 4 maggio.

Tali candidati sono Amos Genish, Arnaud de Puyfontaine, Franco Bernabè, Marella Moretti, Frédéric Crepin, Michele Valensise, Giuseppina Capaldo, Anna Jones, Camilla Antonini e Stephane Roussel. Quest'ultimo possiede una partecipazione del 5,740%, oltre che una serie di piani per "migliorare la governance e la performance societaria", come spiegato a metà marzo dal fondo guidato da Paul Singer. Il fronte anti-Vivendi (i francesi hanno circa il 24%) si rafforza in vista dell'assemblea del 24 aprile: il fondo Elliott Management secondo le ultime indiscrezioni si è avvicinato al 10%.

Milan, Gattuso rinnova fino al 2021: "Prometto di riportarlo dove merita"
"Comunico ufficialmente che Gattuso sarà l'allenatore del Milan per i prossimi tre anni". Il Diavolo è (e resta) nelle mani di Rino!

La Cassa Depositi e Prestiti entra ufficialmente nella partita di Tim.

Ad oggi ancora in molti si chiedono il motivo per il quale Cassa Depositi e Prestiti abbia deciso di entrare in Tim?

Il gruppo guidato dall'ad Fabio Gallia, intanto, fa sapere che la scelta di investire nel gruppo "rientra nella missione istituzionale" della Cassa perché Tim fa parte delle "infrastrutture strategiche nazionali". A quel punto verrebbe creata un'unica grande società di gestione della rete. Nell'assemblea di aprile si vota sulla revoca e sulla nomina di sei nuovi membri del board, mentre nell'appuntamento di maggio si dovrebbe esprimere il parere sul rinnovo del board.

Share