Verdi-Nagy, Bologna all'inglese: 2-0 sull'Hellas Verona e obiettivo salvezza ormai centrato

Share

Bologna, Donadoni | Ha ritrovato il tridente pesante l'allenatore del Bologna Roberto Donadoni che contro il Verona ha schierato Verdi, Destro e Palacio.

"Si parla col condizionale, la Juve ha altre gare, tutti gli avversari potrebbero condizionare il campionato, c'è sempre qualcuno che ha bisogno di punti, vedremo quando saremo lì, ora ci godiamo questa vittoria e ci prepariamo per la prossima".

Primo tempo appannaggio rossoblu: all'11' ci prova Masina, in diagonale mancino dal limite, con una traiettoria potentissima spentasi a lato non di molto.

Il Bologna cerca il vantaggio ma non sempre è preciso, soprattutto nell'ultimo passaggio, quello necessario a mettere il compagno in grado di battere a rete. In generale, è il punto di riferimento imprescindibile dell'attacco rossoblu. Davanti il trio Cerci, Aarons, Felicioli. Ma le continue occasioni di ripartenza sciupate per palloni gettati al vento, hanno armato ancora gli uomini di Donadoni, che al 42' hanno preso un palo con Palacio e due minuti dopo hanno costretto Nicolas ad un grande intervento su tiro di Pulgar.

Al 43′ il bologna sfiora il raddoppio con Palacio, salva il palo, al 44′ invece è Nicolas che si supera e para una palla indirizzata sotto il sette. Alla mezzora arriva il gol.

Gelmini: parteciperemo a governo solo se 5S riconosce Berlusconi
L'ultimo affondo arriva da Silvio Berlusconi . "I numeri sono numeri - aggiunge Salvini - e in questo momento non ci sono. E nuove distanze si aprono nella coalizione Lega-Forza Italia-FdI a causa delle parole "estemporanee" di Berlusconi .

Per l'ungherese la soddisfazione del primo gol in serie A, per il Bologna il sigillo che decreta la virtuale salvezza e il consolidamento dell'11° posto in coabitazione col Genoa. Decisive le reti di Verdi e Nagy, bene anche Dzemaili - un pericolo continuo.

Mercoledì si torna subito in campo con la Samp a Genova, domenica si fa visita al Cagliari che naviga ancora nelle zona calde della classifica: staremo a vedere se alle parole del mister seguiranno i fatti.

BOLOGNA (4-3-1-2): Mirante 6; Mbaye 5.5, De Maio 5.5, Helander 6, Masina 5.5; Poli 5.5 (dal 31′ st Nagy 6), Pulgar 5 (dal 13′ st Crisetig 6), Dzemaili 6; Verdi 6.5; Destro 5, Palacio 6 (dal 39′ st Di Francesco N.D.).

Pecchia risponde con un 4-3-3 e quindi Nicolas in porta e pacchetto difensivo composto da Caraccolo e Vukovic al centro e da Ferrari e Fares ai lati In mezzo al campo Romulo, Fossati, Valoti.

Share