Calvizie, farmaco contro osteoporosi per prevenire la caduta dei capelli

Share

Un farmaco inizialmente pensato per combattere l'osteoporosi si è rivelato, a sorpresa, utilissimo contro la caduta dei capelli: qual è e come fa a stimolare la crescita dei capelli. Un gruppo di ricercatori dell'Università di Manchester ha scoperto che il medicinale ha uno straordinaria capacità di attivare i follicoli, almeno in laboratorio, e di stimolarne la crescita: contiene infatti un componente che agisce su una proteina che ostacola la crescita dei capelli e gioca un ruolo determinante nella calvizie.

Solo due farmaci sono attualmente disponibili per il trattamento della calvizie (alopecia androgenetica): il minoxidil, che può essere usato sia per gli uomini sia per le donne e la finasteride, adatta solo agli uomini.

La nuova molecola indicata con la sigla Way-316606 e nata per contrastare l'osteoporosi ha invece come effetto collaterale l'inibizione della proteina SFRP1, il "freno molecolare" per la crescita di peli corporei.

Serie A, ora il settimo posto vale l'accesso all'Europa
Allo Stadio Olimpico di Roma si affronteranno Juventus e Milan in un match che non assegnerà soltanto il trofeo ma che sarà determinante anche per lo scenario delle squadre italiane che disputeranno le competizioni europee nella prossima stagione.

Il responsabile del progetto, il dottor Nathan Hawkshaw, dell'Università di Manchester, ha affermato che questa scoperta potrebbe "fare la vera differenza per le persone che soffrono di perdita di capelli".

La ricerca, pubblicata su PLoS Biology, è stata condotta in laboratorio su campioni di follicoli piliferi del cuoio capelluto più di 40 pazienti che avevano fatto il trapianto di capelli. "È interessante notare che quando gli effetti di CsA sulla crescita dei capelli sono stati precedentemente studiati nei topi, veniva suggerito un meccanismo molecolare di azione molto diverso; su questi concetti di ricerca, avremmo agito in maniera errata", spiega il dottor Hawkshaw. Ciò rende il farmaco contro l'osteoporosi centrale nella creazione di futuri trattamenti contro la caduta dei capelli: non a caso il passo successivo è quello di avviare la sperimentazione sull'uomo per verificare che i composti derivanti siamo efficaci e al tempo stesso anche sicuri. Per gli scienziati "i primi risultati sono molto positivi", anche se saranno necessarie ulteriori ricerche. "Per questo motivo i nuovi trattamenti sono stimolanti, in quanto offrono alle persone più opzioni di trattamento che possono essere efficaci".

Share