Caso Regeni, la madre di Giulio in sciopero della fame

Share

"E fin quando non lo farete, digiunerò per lei".

Nel tira e molla di arresti, minacce e tensioni da parte delle autorità egiziane, la madre di Giulio Regeni, Paola, insieme con il legale della famiglia Alessandra Ballerini, mette in gioco se stessa per protestare contro il fermo di Amal Fathy.

Stando a quanto riferito dal "Corriere della Sera", la Regeni e l'avvocato Alessandra Ballerini, hanno allertato la Rete sugli avvenimenti accaduti a Il Cairo nei giorni di maggio 2018. "Da donne - hanno detto - siamo particolarmente turbate ed inquiete per il protrarsi della detenzione di Amal, moglie del nostro consulente legale Mohammed Lofty direttore dell'Ecrf". Da lunedì inizieremo un digiuno a staffetta chiedendo la sua liberazione immediata. "Nessuno deve piu' pagare per la nostra legittima richiesta di verita' sulla scomparsa, le torture e l'uccisione di Giulio". Vi chiediamo di digiunare con noi, fino a quando Amal non sarà finalmente libera.

Udine e Sacile scelgono il nuovo Sindaco
Dopo un lungo testa a testa con l'avversario Vincenzo Martines , Fontanini è riuscito a strappare la vittoria per 280 voti.

La preoccupazione che trapela in queste ore è fondata dal momento che in Egitto l'accusa di terrorismo può portare all'ergastolo e alla pena di morte, tanto che domani il sostituto procuratore di Roma Sergio Colaiocco, che segue il caso dall'inizio, volerà in Egitto.

Sembra che a fare irruzione nella casa di Lofty sia stata la National Security. Amal Fathy è accusata di terrorismo. Se il problema sono i video di quelle telecamere se li tengano. La società russa che eseguirà le operazioni su incarico del regime di Al Sisi, si è impegnata a consegnare una copia delle registrazioni alla magistratura italiana. I dirigenti del noto istituto di credito la "accusano di ingiuria e diffamazione dei dipendenti della banca e di diffusione di due video sul proprio account personale Facebook contenente aspri insulti" contro "tutte le istituzioni dello Stato", riferisce ancora nel pomeriggio il sito dell'omonimo quotidiano precisando che la consorte di Mohamed Lotfy "viene presentata alla Procura generale".

Share