Di Maio: "Governo solo con la Lega". Al via le consultazioni

Share

"Sono disposto ad appoggiare assieme a Matteo Salvini un premier terzo a queste condizioni: reddito di cittadinanza, abolizione della legge Fornero e una seria legge anticorruzione". Il giro di consultazioni dei vari esponenti politici continua e nonostante il divario tra M5s e Centrodestra sembrava aver trovato un punto di contatto, esprimondo entrambi un chiarto "no" all'ipotesi di un governo neutrale guidato da tecnici, Di Maio chiede un "voto subito", mentre Matteo Salvini si mostra disposto a un governo che tiri avanti fino all'autunno, con l'incarico asseggnato al partito vincente. Non cambia però il suo veto nei confronti di Silvio Berlusconi: "lo schema rimane a due, noi e la Lega". Lo ha detto Luigi Di Maio a DiMartedì su La7. "Se c'è una persona a cui stiamo minando la pazienza è il presidente della Repubblica", aggiunge. Se dovesse arrivare un'altra chiusura, anche in virtù di quello che vedo nei sondaggi, non avremmo alcun problema nel ritornare al voto. Noi abbiamo chiesto 24 ore al presidente Mattarella.

Ania: natura assicurativa polizze vita non è in discussione
Roma, 7 mag. - La sentenza della Cassazione " non prende posizione sulla qualificazione dei contratti assicurativi sulla vita ma si riferisce a un caso specifico, caratterizzato dal ruolo assunto da una società fiduciaria ".

L'interrogativo rimane aperto e il quadro generale mostra un paese in bilico tra la necessità di un governo e il rinvio alle votazioni con la conseguenza di risvolti catastrofici per il paese. "Io personalmente ritengo che dobbiamo andare al voto il prima possibile", per questo "sfido le altre forze politiche a votare un atto di impegno del Parlamento, una risoluzione o una mozione, che impegna il governo a fare un decreto per per metterci di andare a votare alla fine di giugno".

Share