Facebook studia le tecnologie blockchain con un team dedicato

Share

In questi giorni anche Facebook non funziona molto bene.

Facebook non smette mai di stupirci, soprattutto dopo lo scandalo Cambridge Amalityca, che ha fatto emergere più ombre che luci in quelle che sono le dinamiche interne dell'azienda. Il primo gruppo sarà dedicato alle "family app" come Facebook, Instagram, WhatsApp e Messenger. Secondo alcune ipotesi, scartata la possibilità che venga varata una propria criptovaluta (i precedenti Credits, nati nel 2009 per consentire l'acquisto di add-on per i giochini stile Farmville furono cestinati dopo 3 anni, e - di recente - si è proibita la pubblicità proprio delle monete virtuali), prendono quota le ipotesi che si possa usare il "blockchain" o per mettere in sicurezza i dati degli utenti attraverso una struttura decentralizzata che trasferisca a questi ultimi un po' di potere in merito, o per rendere più sicuri i micropagamenti in Messenger (e Marketplace), attraverso l'ideazione di un sistema che, in quanto privo di intermediari, sarebbe anche più economico, per compratori e venditori.

Il GRUPPO 1, "Famiglia di app", si occuperà dei 4 social network, Facebook, Instagram, Messenger e WhatsApp, che avranno una copertura combinata di 5 miliardi di utenti mensili.

Per questo motivo, la società di Menlo Park si è aperta a un esperimento con il database di transazioni, nonostante finora il CEO di Facebook avesse addirittura bandito gli Ads relativi alle criptovalute e alle ICO, alla stregua di altre aziende come Twitter.

Xiaomi Redmi S2 ufficiale: scheda tecnica, prezzo e data di uscita
Il Redmi S2 di Xiaomi monta un lettore di impronte digitali sul retro e i pulsanti di navigazione sono sullo schermo . Il dispositivo è disponibile in tre colorazioni differenti: Platinum Silver, Rose Gold e Champagne Gold.

La divisione blockchain sarà sotto la guida di David Marcus (in Facebook dal 2014, vicepresidente di Messenger, presidente dal 2010 al 2014 di PayPal) che risponderà direttamente al Cto Mike Schroepfer e che oggi ricopre una posizione anche nel consiglio di amministrazione di Coinbase, una delle più importanti piattaforme di scambio di criptomonete.

Perché la Blockchain? Perché...precisamente non si sa ancora la ragione. Come confermato dal sito Downdetector.it, tra le 14 e le 14.30 Instagram ha smesso di funzionare, con migliaia di utenti che hanno segnalato impossibilità di effettuare l'accesso o di aggiornare il feed, e diversi altri problemi come errore di rete sconosciuto.

Facebook sta davvero investendo ingenti risorse umane nel campo delle blockchain.

Share