Formula 1 Spagna, analisi: un venerdì di ordinaria confusione

Share

"Così è più facile vedere, per questo l'abbiamo cambiato".

I tecnici della Ferrari hanno deciso di cambiare il motore della monoposto di Kimi Raikkonen per precauzione.

Per Raikkonen queste prove libere sono state piuttosto sfortunate in quanto non è riuscito a completare la sua simulazione di gara a causa di un problema con la Power Unit.

Berlusconi ora si può candidare
Nel caso specifico, cancella lo stato di incandidabilità previsto dalla legge Severino , che invece doveva durare cinque anni. Inizialmente circolavano alcuni dubbi sulla concessione della riabilitazione per la questione della buona condotta.

Già normalmente raccomandiamo di non prendere per "oro colato" i riscontri del venerdì, e alla fine delle prove odierne a Barcellona il consiglio vale ancor di più, perché le prime due sessioni sono state ben lungi dal riuscire a fornire riscontri davvero oggettivi. Nonostante ciò il finnico rimane comunque fiducioso delle sue possibilità, non sbilanciandosi più di tanto sulle novità introdotte dal team e sugli equilibri visti in pista quest'oggi:"E' impossibile comprendere esattamente le cose, perché questo è un circuito molto diverso rispetto a quelli precedenti". Quarto tempo per il tedesco della Ferrari Sebastian Vettel (1'18 " 585) che ha chiuso davanti a Valtteri Bottas (1'18 " 611) ed al compagno di squadra Kimi Raikkonen (1'18 " 829). Gomma soft che, quasi sicuramente, vedremo montata in Q2 sulla Mercedes visto i tanti problemi avuti con la mescola "rossa" nella giornata di oggi. Ora gli specchi sono meglio posizionati e si riesce a vedere di più sotto l'ala posteriore.

Sebastian Vettel non ha mai centrato una pole sul circuito catalano: verità assoluta al quale non era al corrente nemmeno l'interessato, il quale, venuto a conoscenza di questa statistica ha risposto:"Non ho mai fatto la pole qui?". "Pensavo di averne fatta una", ha dichiarato ridendo.

"Non è stato un venerdì lineare". "Ma sappiamo cosa dobbiamo fare, nelle ultime volte è andata bene e conto vada così anche questa volta". Infine un commento sulla qualifica: "C'è del lavoro da fare, come sempre". Il finlandese è stato costretto a fermarsi anzitempo, a mezz'ora dal termine della PL2, per un problema alla PU durante la sua prova di qualifica.

Share