Gaza, il ciclista che pedala contro la guerra in Israele

Share

"Qui non si nega la possibilità di criticare le scelte di un governo, che sia quello di Israele o degli Stati Uniti, ma di condividere il concetto di vita".

A New York si è tenuta una riunione del Consiglio di Sicurezza dedicata alle violenze. Parole che non hanno convinto il Sud Africa e la Turchia: entrambi hanno richiamato i loro ambasciatori in Israele. Ogni Paese deve proteggere i suoi confini. "La comunità internazionale deve intervenire e prevenire una guerra", ha aggiunto, definendo la situazione nella Striscia "disperata".

Il portavoce presidenziale della Russia, Dmitri Peskov, ha sottolineato che fin dall'inizio Mosca ha espresso preoccupazione per questa decisione degli Stati Uniti, che potrebbe sollevare tensioni in Medio Oriente. Gli ospedali riferiscono che le forniture mediche, i farmaci e le attrezzature essenziali sono già finiti e serve garantire non solo aiuti umanitari, ma un accesso rapido e senza impedimenti alle cure mediche per i feriti. Dal 2010 circa 2 milioni di abitanti sono bloccati all'interno della Striscia, definita da molti "la più grande prigione a cielo aperto del mondo". La protesta per quanto accaduto ieri (che include tre giornate di lutto) è diretta anche contro il trasferimento a Gerusalemme dell' ambasciata Usa. Così l'Alto rappresentante Ue Federica Mogherini oggi a Bruxelles. "Ascoltare che tutte le persone che sono state uccise erano dei terroristi, questo supera la ragione", ha affermato il ministro degli Esteri, denunciando l'uso sproporzionato della forza fatto da Israele.

"Processate Berlusconi". Pm chiede rinvio a giudizio per il Ruby Ter
La Procura di Torino , in relazione al processo "Ruby ter" , ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti di Silvio Berlusconi . Secondo la procura di Milano per la ragazza Berlusconi avrebbe sborsato 80mila euro tra bonifici e assegni.

Il bambino raccoglie nel sacco di plastica nera le lattine che a centinaia lasciano cadere sulla sabbia, le bibite gasate per lavare via il gas dei lacrimogeni. E si preparano a nuove manifestazioni. Una riprova sullo scacchiere regionale è che nonostante Israele e Iran siano sull'orlo di un conflitto, nessuno Stato arabo ha accennato a un suo potenziale coinvolgimento in guerra contro lo Stato ebraico.

"L'idea della proporzionalità è chiara, non c'è stato alcun ferito da parte di Israele", ha concluso Reynders. "Nessun Paese in questa sala agirebbe con moderazione maggiore".

Un palestinese ucciso - Intanto, un manifestante palestinese è stato ucciso da Israele ad est del campo profughi di Al-Bureij nella parte centrale di Gaza durate le proteste per il giorno della Nakba. L'uomo - ha proseguito - è stato identificato in Nasser Aourab (51 anni). "Leggi i 10 comandamenti".

Share