Juventus straripante e per il Milan è notte fonda

Share

Nella finale di Coppa Italia la Juventus trionfa con un netto 4-0 sul Milan. I rossoneri hanno retto sullo 0-0 solo per un tempo.

Reti: 56′, 64′ Benatia, 60′ Douglas Costa, 75′ aut. La quarta rete è un autogol di Kalinic. Il Milan risponde con un bel dialogo ravvicinato tra Calhanoglu e Cutrone con quest'ultimo che calcia e impegna Buffon. La prima frazione di gioco finisce senza particolari emozioni. Gianluigi Donnarumma stava tenendo a galla il Milan che vacillava già sotto le sferzate dell'impetuoso Dybala. Nel minuto seguente Cuadrado supera Rodriguez e fa partire un tiro forte che termina sopra la traversa. A sfiorare concretamente il vantaggio è però la squadra di Allegri al 52′ con Khedira che serve splendidamente Dybala che indirizza la sfera sul secondo palo costringendo Donnarumma a superarsi.

Dopo un primo tempo equilibrato nella ripresa si assiste alla roboante vittoria dei bianconeri. Prima non trattiene su Douglas Costa che firma il raddoppio, poi regala a Benatia l'occasione di realizzare il 3-0.

Terry Gilliam, colpito da ictus, non sarà a Cannes
Il regista avrebbe dovuto presenziare al Festival nell'ultima giornata, ma non ce la farà. La pellicola ha una storia controversa, ancor prima di essere proiettata nelle sale.

Titolare contro il Milan, attento e preciso nel frenare Suso, Cutrone e Calhanoglu, Benatia veniva da due panchine consecutive in campionato: gare vinte dalla Juventus contro Inter e Bologna, descritte come naturale avvicendamento da parte dei piani alti bianconeri.

Discorsi avanzati, tanto che Henrique potrebbe presto parlare direttamente con il giovane portiere, ma dire che Donnarumma sia a un passo dal PSG non sarebbe corretto. Al 76' il poker: calcio d'angolo di Pjanic, colpo di testa di Kalinic ad anticipare Donnarumma e autogol del croato per il 4-0 juventino. Al 79′ Dybala ci prova da centrocampo ma il pallone non entra nella porta rossonera.

A vincere la finale di Coppa Italia è la Juventus. A disp.: Szczesny, Pinsoglio, De Sciglio, Howedes, Rugani, Lichtsteiner, Alex Sandro, Sturaro, Bentancur. A disposizione: Storari, A. Donnarumma, Abate, Antonelli, G. Gómez, Musacchio, C. Zapata, Biglia, Mauri, Montolivo, Borini, Kalinic, A. Silva.

Share