Niente 'gender pay gap' per Cruz e Bardem: "Compenso uguale"

Share

Questa sera si inaugura il nuovo corso con le proiezioni per gli addetti ai lavori in contemporanea alla serata di gala "per conservare la magia del cinema", secondo Fremaux, dalla critica mordi e fuggi e dalle stroncature su Twitter. In trasferta iberica nella soleggiata e sovraesposta Mancha con una coproduzione internazionale alle spalle (nella lista ci sono anche Raicinema e Andrea Occhipinti) e un cast di star conosciute ed amate dal pubblico di tutto il mondo come Penélope Cruz, Javier Bardem e Ricardo Darín, Farhadi risulta stavolta spaesato, demotivato, poco convinto.

Entrambi spagnoli con fortuna hollywoodiana, entrambi passati per la macchina da presa di Pedro Almodovar, Cruz e Bardem sono sposati dal 2010, hanno già recitato più volte insieme, da 'Vicky Cristina Barcelona' a 'Escobar', e per il primo film in lingua spagnola di Asghar Farhadi hanno condiviso il set, e lasciato sulla retina del regista premio Oscar di 'Una separazione' un'immagine di coppia e famiglia esaltante: "Sono il simbolo stesso della coppia felice, che si ama".

Papa Francesco, Chiara e don Zeno, l'amore come legge
Infine una trentina di cittadini saluterà personalmente il Papa il quale, dopo la benedizione, lascerà il sagrato per ripartire. Poi alcune testimonianze di cittadini di Loppiano e migranti, che nella cittadella hanno trovato ospitalità.

Laura, una donna spagnola che vive a Buenos Aires, ritorna nella sua cittadina natale appena fuori Madrid per prendere parte al matrimonio della sorella. Due Oscar (per la Katharine Hepburn di Aviator e il suo ruolo in Blue Jasmine di Woody Allen), una settantina di titoli da attrice, la Sydney Theatre Company che ha co-diretto per anni insieme al marito sceneggiatore, quattro figli tra i 3 e 16 anni e un debutto alla regia imminente (doveva essere per un film ma probabilmente sarà invece per una serie tv australiana), Cate Blanchett non è certo la prima donna presidente di giuria a Cannes. "Il mio personaggio è catturato nelle sue emozioni più profonde e tormentate" ha rivelato Javier davanti ai giornalisti presenti a Cannes.

Come ogni festival che si rispetti, il red carpet di Cannes è uno dei più nutriti e sfavillanti. Tutte e cinque alzano la mano in conferenza quando si chiede chi di loro sfilerà sul tappeto rosso il 16 maggio, in quello che viene considerato una sorta di stati generali dei movimenti scaturiti all'indomani del caso Weinstein.

Share