Rizzoli sul VAR: "Bilancio positivo. Serve più uniformità"

Share

Dal confronto costruttivo si può crescere.

In un'intervista ai microfoni di Radio CRC, il designatore Rizzoli ha fatto il punto sulla stagione dei direttori di gara italiani nel primo torneo con l'applicazione del Var. Nella prossima stagione l'applicazione della moviola in campo raccoglierà quanto seminato in questa annata: "Il bilancio è buono, è positivo e mi lascia contento la prospettiva che ci sono ampi margini di miglioramento". Il calo dei falli, delle proteste e delle simulazioni rappresenta una vittoria per il calcio onesto. Abbiamo fatto alcune considerazioni per cambiare il protocollo ma decideranno IFAB e FIFA. Chiamata da parte degli allenatori? È stata ipotizzata anche quella, però in linea di massimo potrebbe rivelarsi superflua.

Ma le spiegazioni di Rizzoli non hanno rassicurato del tutto Aurelio De Laurentiis, l'altro ospite d'onore del convegno. "Qui nessuno vuole assumersi la responsabilità".

Brevetti, Samsung deve pagare ad Apple 539 milioni di dollari
Samsung non ha chiarito se intenda appellarsi al verdetto, ma ci sono tutte le condizioni per farlo. Questo caso ha sempre riguardato qualcosa di più grande dei soldi.

Rizzoli, che ha mostrato alla platea e agli altri relatori, fra cui il presidente del Napoli De Laurentiis, gli audio del Var ha poi spiegato: "Obiettivo del Var non è eliminare le polemiche, ma gli errori grossi ed eclatanti. La classe arbitrale per me deve essere assunta dalla Lega di Serie A". Il Var non può essere introdotto come un esperimento, perché lasciare sempre spazio a punti interrogativi e dietrologia? Non c'è coscienza sporca, ma tutte le persone possono commettere degli errori. Orsato non è stato più designato in serie A perché aveva degli impegni già programmati: "una designazione all'estero e nell'ultima di campionato la comunione dei suoi figli". Con Calciopoli vogliamo dimenticare una pagina nera per il mondo arbitrale.

Per dare imprinting di trasparenza, bisogna tenerla fuori da qualsiasi possibilità di dubbio.

Share