Roma, idea della giunta Raggi: capre come tosaerba nei parchi

Share

E' quanto afferma la Coldiretti in riferimento alla possibilità del comune di avvalersi della collaborazione di interi greggi per tagliare i prati dei parchi e delle ville, prospettata dall'assessore all'ambiente Pinuccia Montanari su indicazione della sindaca Virginia Raggi.

Tra le domande dei cittadini, lette in diretta dall'assessore, quella di Simonetta che ha sottolineato come "al Castello di Berlino si" sia "tornati ai vecchi tempi con pecore e caprette come tosaerba". La sindaca Virginia Raggi anche di recente mi ha sollecitato all'utilizzo delle pecore e degli animali per effettuare questa attività, che già viene fatta al parco della Caffarella. "E' un modo semplice, usato anche in una grande città come Berlino, è molto giusto e interessante". La notizia scatena subito critiche e ironie da parte dell'opposizione ai 5 Stelle, Pd in testa, anche perché molti parchi di Roma, vista la difficoltà di affidare i bandi del verde, presentano erba alta e aiuole incolte.

In futuro Roma potrebbe diventare meta di nuove politiche di bonifica, sfruttando animali e pecore. "Inoltre ci sono dei costi che riguardano il trasporto degli animali".

STALKER 2: annunciato ufficialmente con un sito teaser
Nel post tradotto si legge: "Oggi 15.05.2018 dichiaro ufficialmente che: 'GSC World sta sviluppando S.T.A.L.K.E.R. 2'". A questo punto non possiamo far altro che attendere.

A dirlo è Tina Balì, segretaria della Cgil di Roma e del Lazio, secondo cui "accomunare i femminicidi che sono un crimine di civiltà, oltre che un reato, all'aborto, che è regolato da una legge dello Stato che vige da quarant'anni, è intollerabile e squalificante".

Con Roma Capitale è iniziato un percorso molto positivo. Tanto che, durante lo stesso botta e risposta con i cittadini sul web, rivendica più fondi dedicati: "Abbiamo fatto uno studio per capire qual è la situazione, abbiamo valutato un importo complessivo necessario per una gestione minima ottimale di 109 milioni di euro". E tuttavia il confronto della spesa per il verde con le altre grandi città è ancora drammatico: "Il comune di Roma ha bisogno di investimenti importanti anche a livello nazionale". Un primo passo verso una manutenzione seria dei polmoni verdi di Roma.

Share