Sparatoria a Vibo Valentia, il killer si è costituito in carcere

Share

Francesco Giuseppe Olivieri, 32 anni, si è presentato da solo di fronte al carcere di Vibo Valentia, affermando di volersi costituire.

Nella notte tra il 14 e il 15 maggio si è costituito a Vibo Valentia, in Calabria, l'uomo che l'11 maggio ha ucciso due persone e ne ha ferite altre tre in alcune sparatorie. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, Ladyblitz - Apps on Google Play] Il personale del carcere ha subito avvertito i carabinieri, che hanno preso in consegna l'uomo e lo hanno condotto in caserma, dove è stato sottoposto ad interrogatorio da parte del pm della Procura della Repubblica di Vibo Valentia.

Caso Roberta Ragusa, oggi la sentenza d'appello
La sentenza d" appello è attesa nel pomeriggio: "la corte, ritirandosi, ha dato indicazioni alle parti per le 15. Logli in primo grado è stato condannato a 20 anni di reclusione con rito abbreviato.

Olivieri, assistito dal difensore di fiducia, è stato sentito sul movente che lo ha portato ad uccidere Giuseppina Mollese e Michele Valerioti. La vettura (una Fiat Panda), rinvenuta dai militari della Compagnia di Tropea in località Colarizzi di Spilinga, era stata data alle fiamme. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Share