Truffa dei due euro: attenzione al resto in monete

Share

Attenzione al resto: spesso e volentieri, al posto dei 2 euro vi rifilano un'altra monetina. Anche perché, vista la lungimiranza dei nostri responsabili di macchinette e distributori automatici che le hanno pensate, tali macchinette non riconoscono la differenza fra le due monete e per cui una volta messe in circolo finiscono anche là dentro. Nelle principali città italiane, quelle battute da una grande quantità di turisti come Roma e Napoli, il rischio di ricevere come resto delle monete straniere dal valore basso che somigliano molto alle nostre due ore, è ancora molto alto. Questo tipo di moneta ha un valore pari a 25 centesimi italiani, ma la sua forma estetica è molto simile a quella dei due euro.

Sono due le principali monete estere che possono essere facilmente scambiate con i 2 euro.

Si chiude dopo 10 anni l'era Colao a Vodafone
Sotto la guida del manager italiano Vodafone è arrivata a quota 536 milioni di clienti di telefonia mobile in più di 25 Paesi . Il dividendo per azione va a 10,23 cent, in crescita del 2%.

Queste due monete sono più facili da trovare a ridosso di ponti e festività, oltre che nelle stagioni turistiche. La maggior parte dei distributori automatici, almeno quelli più obsoleti, non sarebbe neanche in grado di distinguere tra le due monete, molto simili per lega, colore e composizione, ma dal valore decisamente diverso. Il consiglio è quello di prestare sempre attenzione, soprattutto quando ci si trova in luoghi con grande affluenza di turisti, dove aumentano le possibilità di truffe ed errori. L'ultima truffa riguardante proprio le monete in questione si è verificato nel nostro paese nel 2016, quando un esercente di Amalfi è stato proprio vittima di tutto ciò. Difficile accorgersene sul momento, quando un negoziante di dà il resto, si tende infatti sempre a prelevare le monete in fretta anche perché magari dietro ai una fila di gente spintonante come accade sempre in Italia, prendi tutto e poi solo in seguito ti accorgi della truffa. Pensa la comodità di pagare con 0,25 centesimi un biglietto della metro che costa 1,50 ottenendo anche il resto di 0,50 centesimi.

Share