BARBANIA - Coppia uccisa in Colombia a colpi di arma da fuoco

Share

Secondo le prime informazioni, pare che la coppia, sposata da 15 anni, viveva a Barbania, nel Torinese. L'omicidio è avvenuto l'altra sera nella città colombiana di Risaralda, sull'Avenida Circunvalar de Pereira, paese d'origine della moglie dell'imprenditore canavesano.

Roberto Gaiottino, 44 anni, imprenditore edile e sua moglie Claudia Patricia Zabala Dominguez, 36 anni, residenti a Barbania, sono stati uccisi all'uscita da un ristorante, raggiunti da cinque colpi di arma da fuoco. La polizia federale ha avviato immediatamente le indagini partendo dai telefoni cellulari della coppia, che, in questo periodo, alloggiava in un albergo non distante dal locale. Sarebbero tornati tra qualche settimana. Sul duplice delitto sarebbero in corso le indagini della polizia federale che avrebbe già escluso l'ipotesi di una rapina parlando di vera e propria esecuzione.

Donna inghiottita e uccisa da un pitone: "Il corpo all'interno ritrovato intatto"
Rinvenendo vicino al serpente le sue cose, hanno sospettato che potesse averla inghiottita. Una morte assurda che purtroppo è accaduta già due volte nel giro di pochi giorni.

Impresario edile, discendente di una nota famiglia di imprenditori, Gaiottino aveva esteso le sue attività anche alla Colombia, dove si recava di frequente per trovare i parenti della moglie. Salito a bordo dell'auto di un complice, si è poi allontanato a gran velocità. La coppia abitava stabilmente in una villa in via Tommaso Ferreri a Barbania, nel Canavese ma attualmente si trovava in vacanza in Sudamerica, dai familiari della donna.

Share