Calciomercato, panchina Chelsea: Sarri resta la prima scelta

Share

Conferme sulla posizione che il club di Abramovich mantiene da giorni. Il Napoli nel frattempo ha ufficializzato Carlo Ancelotti e Maurizio Sarri, al contempo, se ne sta buono buono senza squadra: di certo non vorrà fare una rivolta contro il presidente, ma gradirebbe chiudere nel più breve tempo possibile la vertenza, anche perché il tempo per ora ce n'è, ma non durerà di certo in eterno...

Intanto la trattativa con il Chelsea, che era bene avviata, sta vivendo una situazione di stallo: i londinesi infatti devono per prima cosa risolvere la situazione di Antonio Conte, che ha un altro anno di contratto e, se esonerato, i Blues dovebbero versare all'ex ct della nazionale l'intero stipendio della prossima stagione (circa undici milioni di euro) e poi vedere quello che chiederà De Laurentiis per liberare subito Sarri. Il Chelsea ha messo da parte il piano B, mentre Conteresta sempre sullo sfondo con un contratto oneroso (più penale in caso di esonero), ma con la fiducia crollata da un pezzo.

Tutto bello, ma non scordiamoci cos’è la Corea del nord
Per ora è certo che tutto il mondo ha visto la stretta di mano fra Trump e Kim, tranne la Corea del Nord . Sapori orientali e siparietto made in Usa.

L'ex tecnico del Napoli resta in cima alla lista dei desideri dei Blues. Intesa che, come spiegato, potrebbe arrivare anche con accordi che coinvolgano il mercato: da David Luiz a Hysaj, passando per Albiol.

Share