Carte di credito Visa down: non funzionano in tutta Europa

Share

La Visa gestisce annualmente oltre 10'000 miliardi di dollari di pagamenti; due anni fa ha completato l'acquisizione di Visa Europe per 20 miliardi di dollari dopo che per anni le due società hanno operato separatamente. Lo rende noto la società in una nota su Twitter, spiegando che il problema non era "associato ad un cyberattack o ad accessi non autorizzati". "Ci scusiamo con tutti per l'inconveniente", ha detto l'ad Al Kelly. "Stiamo indagando sulla causa e lavorando il più rapidamente possibile per risolvere la situazione", aveva scritto la società di pagamenti.

Su Twitter sono subito scattati forti segnali d'allarme. La preoccupazione viaggia soprattutto nel Regno Unito, dove il 95% delle carte di credito è Visa.

Ancora non si è a conoscenza della causa precisa che ha scatenato il fallimento di alcuni pagamenti con carte Visa in Europa. Lo rende noto l'associazione dei consumatori.

WhatsApp, da adesso l'invio delle immagini sarà istantaneo
Per ora questa funzione, già attiva sugli iPhone e a breve anche su Android , riguarda solo le foto e non i video e le GIF. Se l'immagine viene inviata istantaneamente, significa che il Predicted Upload è stato abilitato, altrimenti no.

Rispondendo alle lamentele dei clienti sui social media, HSBC ha affermato che c'erano problemi con l'elaborazione dei pagamenti Visa, che erano intermittenti, ma stavano "lentamente riprendendo". "Abbiamo deciso di scrivere alla Visa chiedendo di studiare assieme al Codacons modalità di indennizzo dei clienti coinvolti nel disservizio", ha detto il presidente Carlo Rienzi.

Dal tweet si riesce a comprendere soltanto che lo staff dirigenziale della Visa è al corrente delle problematiche e che sono attualmente al lavoro per cercare di risolvere il problema.

Share