Conte e Macron: c'è convergenza su immigrazione e Zona euro

Share

Quanto ai rapporti recenti fra i due paesi "ci sono stati giorni un po' turbolenti per il caso Aquarius - ha detto Conte - è stato un momento di particolare tensione per l'Italia". Abbiamo subito offerto il nostro supporto logistico, c'era personale sanitario e vettovagliamento. "Con Macron c'è una perfetta intesa, c'è stata una telefonata in cui ci siamo perfettamente chiariti". Dobbiamo evitare viaggi della morte creando centri europei nei paesi di partenza e transito per velocizzare l'identificazione dei migranti. L'Unione Europea ha mancato di solidarietà. Per affrontare queste sfide si ha bisogno delle riforme. "Il sistema oggi non funziona - ha aggiunto Macron - non dà risultati soddisfacenti, dobbiamo trovare meccanismi che consentano la solidarietà e dobbiamo fare in modo che la situazione geografica non ci metta in situazioni politiche insostenibili".

Sono i migranti il tema centrale del primo incontro bilaterale di Giuseppe Conte con Emmanuel Macron, a pochi giorni dallo scontro forte sull'accoglienza.

Il Presidente Macron ha sottolineato di non aver pronunciato alcuna espressione volta ad offendere l'Italia e il popolo italiano.

E' proprio con questa proposta che il capo del governo italiano, Giuseppe Conte, è giunto all'Eliseo per il pranzo con il presidente francese Emmanuel Macron.

La proposta degli hotspot nei Paesi d'origine - L'istituzione di hotspot nei Paesi africani d'origine - non solo la Libia ma anche quelli sahariani, come il Niger - per chiudere la rotta verso il Mediterraneo tutelando, al tempo stesso, le vite dei migranti. Poi quando ha fatto riferimento a un asse tra i ministri dell'Interno di Italia, Germania e Austria per fronteggiare la questione migranti: "Diffido di queste formule che non ci hanno mai portato tanta fortuna nella storia", ha affermato, riferendosi evidentemente all'asse della Seconda Guerra Mondiale.

Dazi, Trump: pronta nuova stangata contro la Cina
Le autorità cinesi hanno deciso dazi del 25 % su 659 prodotti Usa, per un valore - guarda caso - di 50 miliardi. La tregua commerciale fra Usa e Cina è dunque finita .

Inoltre, prosegue Conte, bisogna "tutelare i dritti fondamentali dell'uomo e intensificare la lotta contro speculatori che traggono vantaggi da questa tratta umana". Salvini: "Chiedere scusa e' segno di intelligenza". L'Italia ha avuto "arrivi massicci di migranti, ma ridotti del 77% nell'ultimo anno".

"In Europa nessuno può pensare di lavarsi le mani rispetto al problema dell'immigrazione".

"È chiaro che il funzionamento di Dublino al momento non è operativo perché l'Italia si trova in una situazione di Paese di primo ingresso nello spazio Schengen".

Nella notte tra mercoledì e giovedì il presidente francese ha telefonato a Conte: il colloquio è stato definito "cordiale" e giovedì 14 giugno il premier italiano ha confermato la sua visita a Parigi.

Share