Donazioni di sangue in calo, l'Avis lancia appello ai veneti

Share

La Giornata Mondiale del Donatore di Sangue è stata istituita nel 2004 dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

"La conferenza stampa prevista per la presentazione della Campagna estiva si terrà, gioveì 14 giugno, ". Avis, Anci e Federsanità Umbria ringraziano gli oltre 31.500 donatori dell'Avis e quanti, come loro, compiono il generoso gesto della donazione.

Nella Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, che si celebra oggi in tutto il mondo, a Genova e in Liguria l'attenzione è ancora sull'approccio alla donazione, che gli ultimi dati del 2018 certificano essere ancora di tipo emotivo più che razionale. Dono perché senza scorte di sangue non esisterebbero trapianti, medicina d'urgenza e cure oncologiche. In diversi casi si è registrata la carenza di concentrati di globuli rossi di gruppo 0 (zero) che purtroppo in alcuni casi determinano l'impossibilità di effettuare importanti interventi chirurgici. "Per questo, come ho fatto anch'io, doniamo tutti prima di partire per le vacanze".

Governo ultime notizie, sui migranti Salvini esige le scuse dalla Francia
Altri dettagli affiorano dalle analisi che sono state fatte fra Palazzo Chigi e Farnesina sulla posizione di Macron. Conte oggi non ha rilasciato alcuna dichiarazione sulla vicenda Aquarius e sullo scontro con Parigi .

"Chi dona sangue, inizia un nuovo racconto": questo lo slogan della campagna 2018 presentata in Regione, a Bologna, dall'assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi, dalla direttrice del Centro regionale sangue, Vanda Randi, dal responsabile del servizio Assistenza ospedaliera, Anselmo Campagna, e dai presidenti di Fidas e Avis Emilia-Romagna, Michele Di Foggia e Maurizio Pirazzoli. Ai donatori sarà offerto un rinfresco. Il Ministero della Salute, infatti, ha inserito per la prima volta i donatori di sangue tra le categorie per cui è possibile offrire gratuitamente il vaccino antinfluenzale, e una raccomandazione del Centro Nazionale Sangue dà la possibilità a tutte le Regioni di non sospendere i donatori che provengono da aree dove è presente il virus West Nile, ma di fare loro il test per scoprirne l'eventuale presenza.

Tra gli eventi organizzati da Avis nel savonese quello del 14 giugno, proprio a Savona, in piazza Sisto IV per sensibilizzerà e informare sulla donazione del sangue. Un sistema che consente di continuare a donare a regioni che quell'autosufficienza non ce l'hanno e quindi, soprattutto in caso di emergenze, devono essere aiutate. Nel 2017 le unità raccolte di sangue intero sono state 216.479 e le unità trasfuse 201.552. In Emilia Romagna nel 2017 sono state 16.171 le persone che hanno deciso di diventare donatori di sangue rispetto ai 16.634 del 2016.

Complessivamente stabili i nuovi donatori: 16.171 nel 2017 rispetto ai 16.634 nel 2016. Il numero maggiore di donatori si registra nella fascia d'età 18-25 (5.675, di cui 2.854 donne e 2.821 uomini). Il Centro regionale sta lavorando assieme alle Aziende sanitarie dell'Emilia-Romagna per promuovere il buon uso del sangue, ovvero un utilizzo appropriato alle necessità e alle condizioni del paziente.

Share