Elisabetta Trenta, alla Difesa l'esperta di Intelligence che ha servito in Iraq

Share

È Elisabetta Trenta il ministro della Difesa del governo Salvini-Di Maio.

La nascita dell'esecutivo è stata resa possibile dall'accordo raggiunto tra i leader dei due partiti, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, e il capo dello Stato sulla rinuncia a nominareministro dell'Economi l'economista Paolo Savona, contestato per via delle sue posizioni su Unione europea ed euro.

Elisabetta Trenta, analista nei temi della difesa e della sicurezza, capitano della riserva selezionata dell'Esercito e vice direttrice del master in Intelligence e sicurezza della Link Campus University, è stata proposta dal Movimento 5 stelle. Tra il 2005 e il 2006 è stata sia consigliere per la missione 'Antica Babilonia 9' per il ministero della Difesa ed è stata nominata anche "esperto senior" nella Task Force Iraq a Nassirya sempre per la Farnesina.

Molinette: ricostruito un pene usando parte dell’avambraccio
Il tumore del pene é un evento raro, ma che può causare gravi menomazioni dei pazienti, soprattutto quelli colpiti in giovane età. Sotto i ferri un paziente che si era sottoposto ad un precedente intervento in cui l'organo genitale gli era stato amputato .

Trenta ha conseguito la maturità classica a Velletri. Nel suo cv si segnala l'incarico di vicedirettore del master in Intelligence e sicurezza dell'Università Link Campus di Roma.

Come si legge nella sua scheda pubblicata sul Blog delle Stelle, Trenta è una "manager di programmi e progetti di sviluppo, esperta in difesa, sicurezza e cooperazione internazionale, nonché docente universitaria". Nel 2009 in Libano come country advisor per il ministero della Difesa nella missione Unifil, ed è stata responsabile di un progetto in Libia per il reintegro degli ex-combattenti.

Dal maggio 2016 al giugno 2017 ha collaborato con il Cemiss - Centro Militare di Studi Strategici, come ricercatrice in materia di relazioni internazionali, sicurezza e difesa.

Share