Il governo Conte incassa la fiducia al Senato: "Populisti? Ascoltiamo la gente"

Share

L'intervento del presidente del Consiglio è previsto in serata e c'è molta attesa per conoscere le effettive priorità, dopo i proclami di questi giorni (per qualcuno ancora da campagna elettorale).

È servita esattamente un'ora, undici minuti e undici secondi al premier Giuseppe Conte per chiedere la fiducia all'Aula del Senato. Si tratta di un momento decisivo visto che al Senato il "Governo del cambiamento" ha i numeri davvero risicati e con oggi scoprirà le vere vesti dei prossimi mesi di inizio legislatura: il nuovo governo può contare su 167 voti certi, 6 in più rispetto alla maggioranza assoluta, frutto dei 58 senatori Lega e dei 109 M5s, con in più la possibilità di contare sull'astensione di Fratelli d'Italia che farà abbassare il quorum aiutando il Governo Conte. Matteo Salvini compreso che ha rinunciato a partecipare al vertice dei ministri dell'Interno europei per partecipare al primo giorno ufficiale del governo Lega-M5S all'esame del Parlamento. Martedì alle 13,30 il premier depositerà il discorso con le linee programmatiche. Qualche minuto dopo si passa alla "blue economy", la creazione di un ecosistema che trasformi i rifiuti in una risorsa da riutilizzare. Sempre durante la passeggiata con Fraccaro i giornalisti hanno colto uno scambio tra i due dove il ministro per i rapporti con il Parlamento chiedeva al presidente del Consiglio "Lo hai tagliato?", Conte prima risponde "non c'era" e poi "Il testo quello era" al che Fraccaro dice "Si sarà dimenticato anche lui" riferendosi - forse - all'autore del passaggio. "L'obiettivo del governo è assicurare un sostegno al reddito a favore delle famiglie più colpite dal disagio socio-economico". Conte si è proposto come avvocato del popolo ma le sue ricette sono aumentare le pene, costruire più carceri e allungare i tempi dei processi: siamo avvocati in modo diverso.

Moto: Italia, vince Martin in moto3, Bezzecchi ancora leader
Fabio DiGiannantonio (Honda), a lungo fra i primi si è piazzato ottavo.Chiude la top 10 Niccolò Bulega (Ktm). Paura per Niccolò Antonelli (13°), che dopo la caduta è stato portato al centro medico per accertamenti.

Un discorso lungo, articolato e soprattutto equilibrato e da equilibrista, che tocca tutti i temi su cui si basa il contratto e tocca le corde dei maggiori contraenti la maggioranza.

Share