Istat: disoccupazione aprile stabile all'11,2%

Share

Il tasso di disoccupazione si attesta al 3,8%, inferiore sia alla rilevazione precedente che alle attese fissate su un indice del 3,9%.

Il governo uscente vede il bicchiere mezzo pieno: "L'attività di questi anni ha prodotto risultati positivi", è il commento del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti.

Secondo il Federal Labour Office, il tasso di disoccupazione destagionalizzato di maggio è sceso inaspettatamente al 5,2% rispetto al 5,3% del mese precedente e del consensus. Ad aprile il tasso di inattività è in calo per entrambi sia su mese (rispettivamente -0,1 punti quello maschile e -0,2 punti quello femminile) sia su anno (-0,5 e -0,9 punti rispettivamente per uomini e donne). Nel raffronto annuo, sull'aprile 2017, ci sono 24mila disoccupati in più (quasi tutte donne). Più favorite non soltanto le donne (+52 mila) ma anche le persone over 35.

La crescita congiunturale dell'occupazione interessa tutte le classi di età, eccetto per i 25-34enni.

Sono in ripresa anche gli impieghi dei indipendenti, salendo di 60mila, e dei dipendenti a termine, che segnano un +41mila, mentre diminuiscono quelli a contratto indeterminato, scendendo di 37mila unità.

Calciomercato Roma: Balotelli vuole la Serie A, Raiola lo offre alla Roma
Buonasera e benvenuti alla DIRETTA LIVE dell'Amichevole internazionale tra la Nazionale italiana di calcio e l'Arabia Saudita . Per sessanta minuti abbiamo fatto benissimo. "Adesso cambieremo dei giocatori contro la Francia inserendo dei giovani".

Un aumento equivalente, in numeri netti, a +64mila occupati nel mese di aprile rispetto a marzo, pari al +0,3%.

"Dopo i livelli massimi della fine del 2014, la disoccupazione - è l'analisi dell'Istituto - è tornata sui livelli della seconda metà del 2012, in un contesto di prosecuzione del calo dell'inattività, che tocca negli ultimi mesi il minimo storico". Di conseguenza il numero degli occupati ha raggiunto il record storico di 23 milioni e 200mila, il livello più alto dall'inizio delle serie storiche, ovvero dal 1977. La crescita della disoccupazione si concentra tra gli uomini, distribuendosi in tutte le classi di età ad eccezione dei 35-49enni.

La situazione rimane invece stabile per quanto riguarda il tasso di disoccupazione, che si attesta intorno all'11,2%; mentre i livelli di persone in cerca di occupazione continuano a salire, registrando un aumento di 17 mila unità (+ 0,6%) rispetto a marzo e di 24 mila unità (+ 0,8%) rispetto all'arco annuale.

Nel periodo febbraio-aprile 2018, l'Istat ha inoltre stimato una crescita degli occupati dello 0,3% rispetto al trimestre precedente (+67mila). Crescono soprattutto gli occupati ultracinquantenni (più 328 mila) e i giovani 15-24enni (più 78 mila) mentre calano gli occupati tra i 25 e i 49 anni (meno 191 mila).

Share