Malori nelle scuole di Pescara, individuata la causa

Share

Intanto, oggi pomeriggio, alle 17,30, nella sala riunioni della Direzione generale, la Asl di Pescara terrà una conferenza stampa per "fare il punto sul focolaio di gastroenterite che ha colpito numerosi bambini di Pescara". E' stata quindi esclusa l'ipotesi che potesse trattarsi di salmonella. Il provvedimento resta in vigore finché non sarà individuato con certezza il cibo contaminato.

E' un batterio, il Campylobacter, il germe responsabile della tossinfezione alimentare che ha interessato circa 200 bambini delle scuole elementari di Pescara. La Vita in Diretta parla di 186 bambini in ospedale, mentre nelle scorse ore si parlava di 120 casi. L'istituto zooprofilattico si sta invece occupando di analizzare i campioni prelevati dai Carabinieri del Nas nel centro di cottura che serve le mense delle scuole cittadine. Per alcuni piccoli allievi è stato addirittura necessario il ricovero in Pediatria e tutti i bimbi sarebbero iscritti ad almeno sei o sette differenti scuole della città di Pescara e residenti in zone differenti del capoluogo adriatico. I sintomi più comuni sono stati febbre, vomito, diarrea e conseguente disidratazione.

Per evitare possibili nuove intossicazioni il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, ha sospeso con apposita ordinanza il servizio di mensa in tutte le scuole comunali.

Moto2 Mugello, Gara: Vittoria per Miguel Oliveira, 2° Lorenzo Baldassarri
Fine settimana da incorniciare per il pilota del team ItalTrans, che in sella alla Kalex chiude all'8° posto. Poco dopo Pasini attacca Oliveira passando in testa, ma il portoghese riesce a ritornare leader della corsa.

Nella giornata di oggi dovrebbero giungere i primi risultati relativi agli accertamenti epidemiologici disposti dalla Asl di Pescara subito dopo la segnalazione dei primi casi di malore. Alessandrini annuncia anche formule compensative per le rette sul tempo pieno "che verrà ripristinato una volta accertato che il cibo non ha determinato la situazione creatasi".

Come spiega Il Pescara "Sindaco ed assessore comprendono che questa scelta potrà causare disagi alle famiglie, ma sottolineano come la salute dei ragazzi sia la priorità assoluta così come i controlli su tutta la filiera attivati assieme alla Asl ed ai Nas".

Share