Merkel sotto assedio su questione migranti, ministro Interno Seehofer va allo scontro

Share

La cancelliera tedesca Angela Merkel lancia l'allarme sul rischio che la questione dei migranti diventi fatale per il futuro dell'Unione Europea. Il ministro degli Interni tedesco Horst Seehofer, leader del CSU, ha deciso infatti di sposare la linea dura sul tema immigrazione, realizzando un proprio "masterplan" che si basa sostanzialmente sul mantenimento degli accordi di Dublino. I negoziati per trovare una posizione di compromesso sono falliti ieri sera, quando la cancelliera ha chiesto di avere tempo e modo di trattare per una soluzione al vertice dell'Ue di fine giugno e i suoi alleati della Csu hanno opposto un netto rifiuto. "Dobbiamo mettere rapidamente in campo la regolamentazione per il respingimento alle frontiere (.) dobbiamo preoccuparci di tutta l'Europa", insiste da giorni il capo dell'esecutivo della potente Baviera, Markus Soeder. Indiscrezione né confermata e né smentita dal portavoce del governo di Angela Merkel, che anzi ha invitato alla cautela.

Un primo deputato della Cdu si è dichiarato a favore di questo voto. Il nodo irrisolto resta quello dei respingimenti al confine dei profughi, misura che Seehofer aveva previsto in un dossier sull'immigrazione che Merkel ha stoppato.

Calciomercato, panchina Chelsea: Sarri resta la prima scelta
L'ex tecnico del Napoli resta in cima alla lista dei desideri dei Blues . Conferme sulla posizione che il club di Abramovich mantiene da giorni.

L'emittente radiofonica Hessinscher Rundfunk, da cui sembrava si fossero diramati i rumor con un post su Twitter, ha chiarito che quel tweet proviene dal suo account.

Seehofer intanto dà l'impressione di muoversi sempre di più da solo, anche sul piano europeo, isolando de facto Merkel. "L'Italia è un partner molto importate", ha affermato il portavoce.

Share