Migranti, nuovo scontro ong-Salvini: il video del salvataggio di Lifeline

Share

"Ora - ha proseguito il ministro - questa nave di pseudovolontari batte bandiera olandese". "Le navi delle Ong non toccheranno più il suolo italiano", tuona su Facebook il ministro dell'Interno Matteo Salvini, parlando dell'imbarcazione "con bandiera olandese" che nel Mediterraneo "ha reso impossibile l'intervento della guardia costiera italiana e dei tunisini". Ma questi disgraziati, anche mettendo a rischio la vita dei migranti su quei gommoni, non ha ascoltato le autorità libiche e italiane ed è forzosamente intervenuta per caricare il prezioso quantitativo di carne umana a bordo. "Abbiamo scritto all'ambasciatore olandese, in ogni caso questa nave l'Italia la vede solo in cartolina, le regole se ci sono vanno rispettate, non si mettono a rischio le vite umane". Per ora si è mossa una motovedetta da Tripoli che sta intervenendo.

Roma - La nave della Ong tedesca Lifeline è intervenuta in soccorso di 300-400 migranti a bordo di un gommone a largo delle coste libiche. "Hanno imbarcato circa 250 naufraghi senza avere i mezzi tecnici per poter garantire l'incolumità degli stessi naufraghi e dell'equipaggio" dice e annuncia di aver chiesto alla Guardia Costiera italiana di avviare un'indagine.

Inter senza freni: vuole anche Suso, presto un'offerta ufficiale al Milan
Secondo Sky Sport , l'Inter avrebbe effettuato un sondaggio per il milanista Suso attraverso il suo procuratore Alessandro Lucci . Il club rossonero, che ha già prenotato Callejon, è al corrente del tentativo dei nerazzurri e non ha chiuso la porta.

"Non stanno collaborando con la guardia costiera Libica - incalza il ministro - che, dalle prime informazioni acquisite, stava intervenendo per salvare i migranti e riportarli su suolo libico".

"A ciò va aggiunto - afferma ancora il ministro- che ad oggi non abbiamo ancora riscontri sull'effettiva appartenenza all'Olanda della nave ONG Lifeline, come anche della Seefuchs, che pure batte bandiera dei Paesi Bassi".

Share