Migranti, Tunisia: "Stupore per le frasi di Salvini"

Share

"Detto questo - ha concluso - il mio obiettivo è di lavorare ancora di più e meglio col governo tunisino perché è il Paese in cui funziona meglio l'accordo di riammissione e sono pronto a un incontro col mio omonimo tunisino" per discutere di immigrazione. È qui, infatti, che la Commissione ha proposto da una parte di aumentare di 2,5 volte i fondi per la sicurezza (33 miliardi dai 13 attuali) con un ruolo chiave per l'ex Frontex, già trasformata nell'Agenzia per le frontiere, in modo che abbia le risorse per diventare un vero corpo di 'guardiacoste Ue' e abbia più mezzi per i rimpatri, che già oggi effettua (150 mila nel 2017). Ma anche la preoccupazione di "comunicare con il nuovo governo italiano per promuovere la cooperazione, le relazioni amichevoli e strategiche tra i due Paesi". E poi ha insistito: "Occorre buon senso. Visto che in Italia non c'è casa e lavoro per tutti".

"Occorre buonsenso. Quello degli sbarchi e dell'accoglienza di centinaia di migliaia di non profughi non può continuare ad essere un problema solo italiano". Duro poi l'attacco personale a Matteo Salvini "Invitare il ministro dell'Interno ad avere maggiore educazione e capacità di comprensione sembra impresa inutile. Il secondo intervento sarà sulle imprese, dall'anno prossimo interverremo sulle famiglie" ribadisce.

Usa, si vendicano della madre con un brutale necrologio: 'Non ci mancherai'
Comincia così il necrologio di Kathleen Dehmlow , un'ottantenne americana morta a Springfield , in Minnesota. Nel 1962 è rimasta incinta del fratello di suo marito , Lyle, e si è trasferita in California.

Una vergogna. Invece di rappresentare l'Italia si è messo a fare il celodurista del piffero e il 'trumpino' senza ciuffo. Non ci sono bacchette magiche. "Credo che si stia lavorando perché questi soldi arrivino nell'interesse di tutti". "Lo status di rifugiato viene concesso a 6 immigrati su 100, lo dicono le statistiche". Al diplomatico italiano è stato espresso "profondo stupore" per le parole di Salvini sul dossier immigrazione. Comunque, Salvini ha aggiunto che per il suo dicastero ci sono anche altri capitoli urgenti da affrontare: c'è il tema dell'organico dei vigili del Fuoco, "perché si avvicina l'estate e quindi l'emergenza incendi", c'è "il contrasto alla droga, la questione dei beni confiscati alla mafia".

La riforma di Dublino, ovvero il sistema d'asilo europeo che attualmente stabilisce l'assegnazione dei migranti al Paese di primo arrivo, è ia centro della riunione dei ministri degli Interni dei 28 a Lussemburgo.

Share