QS World promuove l'ateneo di Catania nella serie A della ricerca scientifica

Share

Il Politecnico di Milano è alla posizione 156 nel ranking formulato da Qs World University.

La nuova classifica internazionale delle università QS World University Rankings, pubblicata ieri a Londra da Quacquarelli Symonds (QS), una delle più prestigiose classifiche internazionali degli atenei, registra quest'anno per la prima volta l'inclusione dell'Ateneo di Catania nella categoria "Very High Research Intensive", associata alla produttività scientifica elevata. "Se si considerano i singoli indicatori, le università italiane compaiono tra le prime cento in otto occasioni". L'Alma Mater continua inoltre a migliorare la competitività internazionale ottenendo il miglior risultato dal 2011 ed entrando nella fascia del miglior 18% degli Atenei rilevati da QS. Bene anche la "Employer Reputation" (calcolata da QS intervistando circa 43mila aziende e imprese in tutto il mondo) che vede l'Alma Mater al 169° posto. Questa ascesa e' ascrivibile al progresso ottenuto in quattro dei sei indicatori che compongono il ranking. Stabile invece la posizione dell'Università di Pisa.

Capitolo a parte merita proprio l'Università di Bologna, che nonostante sia la meta preferita dagli studenti stranieri che decidono di studiare in Italia, deve accontentarsi del quarto posto e di una crescita che la riporta ai livelli del 2015. Bocconi e' considerata una Universita' specialistica e in quanto tale, compare in alcuni indicatori ma non nella classifica globale, che include solo universita' attive in almeno due macro-aree di studio e ricerca.

MotoGP: Team Tech3 rinnova il contratto di Hafizh Syahrin per il 2019
PONCHARAL Soddisfazione anche da parte del team manager Hervé Poncharal: "È un giorno molto speciale per me e per tutti noi". Sono felice di aver ottenuto questa opportunità, e sto quasi per piangere dalla gioia.

Gli studenti della Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, guidati dal titolare di cattedra prof. Distanziati, troviamo il Politecnico di Torino al 153 posto, L'Universita' Cattolica del Sacro Cuore al 163 e L'Universita' di Bologna al 169. In questo indicatore, solo L'Università degli Studi di Padova (260) cresce rispetto allo scorso anno mentre tutte le altre perdono terreno. La Normale dalla 192ª alla 175ª, salendo di 17 posizioni. Questo criterio determina il 20% del punteggio totale.

L'indicatore 'Citations per Faculty - misura la quantita' di citazioni nelle pubblicazioni scientifiche indicizzate dalla banca dati bibliometrica Scopus/Elsevier rispetto al numero di docenti e ricercatori, per il periodo 2012-2017. La nomina di migliori università in Asia è stata conferita all'Università nazionale di Singapore (11° al mondo) e alla Tsinghua University, detenente il più alto posto in classifica della Cina con il 17° posto, dal precedente 25°. L'Università degli Studi di Brescia si colloca appena fuori le Top 200, posizionandosi 203a. La Scuola Superiore Sant'Anna Pisa (309a al mondo) ha la proporzione maggiore di studenti internazionali tra gli atenei italiani, seguita dal Politecnico di Milano (320°), che ha anche la maggiore proporzione di docenti internazionali (347° al mondo).

Share