Roland Garros, l'abbraccio di Djokovic a Cecchinato in lacrime per il trionfo

Share

A fine torneo mi fermerò per rendermi conto di cosa ho fatto: questo Roland Garros mi cambia la vita. L'austriaco, numero 7 del tabellone, ha liquidato in meno di due ore di gioco, il secondo favorito del tabellone e numero 3 del mondo, Sascha Zverev.

Il quarto set meriterebbe, infine, un film dedicato.

Cecchinato è così il primo italiano a raggiungere la semifinale di uno Slam da 40 anni a questa parte: l'ultimo è stato Corrado Barazzutti al Roland Garros 1978, quando perse 6-0 6-1 6-0 contro Bjorn Borg. Djokovic è in difficoltà, è costretto ad annullare un altro break point ma riesce a portarsi al tiebreak anche in questo quarto set. Ma il servizio aiuta Marco, che pareggia i conti: 5-5. Poi l'azzurro è bravissimo tornando a trovare angoli e profondità per mettere in difficoltà l'avversario. E si va al tie break: due errori da fondo campo mettono all'angolo Djokovic, sotto 0-2, Cecchinato apre l'angolo e fa male per il 3-0. La tensione sale alle stelle: Marco sbaglia la misura nei quattro scambi successivi: è 3-4. Aggressivo da fondocampo, con un rovescio a una mano a tratti chirurgico che più volte ha costretto all'angolo il tennista serbo. Mi sono allenato con lui e so come gioca. "Djokovic? E' un onore potermi misurare con un campione del genere". Però non è finita: "oggi firmerei con il sangue per eliminare Thiem e perdere con Rafa Nadal la finale". E arriva il secondo match point con un dritto meraviglioso in controtempo di Cecchinato.

Numeri Iliad riconosciuti come internazionali: gli addebiti di Tim, come fare
TIM ha già confermato l'esistenza di questo bug dichiarando di essere a lavoro per la risoluzione in breve tempo . I rimborsi arriveranno, anche in questo caso, in breve tempo.

Dopo aver eliminato all'esordio parigino il rumeno Marius Copil in cinque durissimi set e l'argentino Mauro Trungelliti, diventato la mascotte dei parigini, in tre set, dopo aver cancellato in quattro set sia lo spagnolo Pablo Carreno Busta, semifinalista agli Us Open di settembre, sia il belga David Goffin, numero 8 ATP, oggi Marco ha confermato contro Nole che è proprio sull'aspetto psicologico della preparazione che deve insistere, pur avendo già ottenuti straordinari risultati. Ho giocato convinto di poter vincere anche contro Djokovic, sono stato coraggioso.

È una delle imprese più incredibili della storia dello sport azzurro, e non solo. Ho iniziato a crederci, sono stato perfetto tranne che nel terzo set.

Share