ULTIME LAZIO MILINKOVIC Il padre schock: "Figlio, lascia i biancocelesti!"

Share

La Juventus ora ha fretta di chiudere l'operazione relativa a Sergej Milinkovic-Savic: il centrocampista serbo è considerato il giusto rinforzo per la formazione allenata dal tecnico Massimiliano Allegri, ma le richieste troppo alte del patron della Lazio Claudio Lotito hanno giocoforza bloccato la trattativa in una fase di stand-by. "A Torino, in una grande società prestigiosa e plurititolata come quella bianconera che da anni domina la scena, avrebbe la possibilità di crescere e migliorare ancora sino ad arrivare alla piena maturità" le parole del papà del 23enne laziale. "I tre anni trascorsi con la maglia della Lazio gli hanno permesso di conoscere alla perfezione il campionato italiano, si è ambientato e integrato alla grande, riuscendo ad imparare bene la lingua".

"Lo vedrei benissimo in bianconero e glielo ho detto più volte". Un Mondiale giocato da protagonista potrebbe però elevare troppo il prezzo del cartellino del giocatore, rendendolo imprendibile per i bianconeri. Con giocatori di altissimo livello come i vari Dybala, Douglas Costa e compagnia lui potrebbe vincere lo Scudetto, la Coppa Italia e dare un importante contributo per trionfare in Champions League, perché no? "Proprio come ha fatto Zidane.". Torino? Mi piace la città, è più tranquilla, più vivibile e più a misura d'uomo rispetto a Roma.

Dieselgate: multa da 1 mld alla Volkswagen
La maxi multa è stata motivata tramite l'accusa di 'violazione di supervisione' per ciò che riguarda i veicoli con motore diesel . Dieter Diress, amministratore del gruppo Volkswagen , ha dichiarato: "Lavoriamo con forza alla riparazione del nostro passato".

La valutazione del cartellino di Milinkovic-Savic da parte del club capitolino è di oltre 100 milioni di euro: per questi motivi la dirigenza della Vecchia Signora si starebbe muovendo già da tempo per garantire alla compagine biancoceleste un pacchetto che prevederebbe non solo cash, ma anche alcune contropartite. La differenza c'è: "si vede e si sente.".

Share