Bruxelles, Trump minaccia l'uscita dalla Nato. Lo riferiscono fonti tedesche

Share

Però ha firmato il comunicato conclusivo della giornata, evitando almeno per ora di ripetere lo strappo provocato al G7 in Canada.

La Merkel si è detta felice di aver potuto sostenere uno scambio di opinioni con il presidente americano e ha aggiunto che, oltre alla questione immigrazione e al commercio, hanno discusso "molto brevemente" dei prossimi viaggi di Trump nel Regno Unito e in Finlandia, dove incontrerà il presidente russo Vladimir Putin. Il primo argomento del segretario dell'Alleanza per cercare di calmare le acque è che, grazie "alla leadership" di Trump, "le nuove stime di spesa" per la difesa "nel 2018 sono incoraggianti", perché "tutti gli alleati della Nato hanno smesso di tagliare e hanno aumentato il budget, con il più grande aumento in una generazione" nel 2017 su 4 anni consecutivi di trend positivo.

Stoltenberg, sorpreso dall'attacco alla Germania, ha cercato di rimediare sottolineando l'unità della Nato, ma Trump lo ha interrotto così: "A cosa serve, se facciamo affari con il Paese da cui dovremmo difenderci?". Perciò a suo giudizio Berlino è ostaggio di Mosca, ma nello stesso tempo è sospettosa del bilaterale che lui avrà con Putin il 16 luglio a Helsinki. Versano miliardi di dollari nei forzieri russi: "si suppone che noi vi proteggiamo dalla Russia, ma stanno pagando miliardi di dollari alla Russia".

L'ultimo annuncio di Emanuela Folliero: "A voi una vita piena di gioia"
Domenica 8 luglio, su Rete 4, l'ultimo annuncio ha sollevato un vero e proprio plebiscito contro il congedo dell'amata annunciatrice.

Dopo le parole di Trump, è stata convocata una riunione straordinaria ristretta del Consiglio atlantico.

In diversi messaggi e tweet l'inquilino della Casa Bianca ha bacchettato i suoi alleati di spendere poco per il budget della difesa, cosa che invece non fanno gli Usa.

Poco prima il presidente Usa aveva minacciato di uscire dalla Nato se gli alleati non avessero fatto subito degli sforzi per aumentare le loro spese militari. "E penso che sia inappropriato anche questo". Stoltenberg però ha frenato, dicendo che "al momento siamo concentrati sull'obiettivo originale del 2%".

Share