C’è stata un’esplosione davanti all’ambasciata statunitense a Pechino

Share

Lo riferiscono testimoni. Secondo quanto riportato, l'esplosione avrebbe provocato un numero ancora imprecisato di feriti e danneggiato diverse auto parcheggiate all'esterno della cancellata del compound diplomatico. Come riportato da Hong Kong Free Press (Hkfp) e da Global Times, un uomo ha cercato di lanciare all'interno del recinto del compund un ordigno artigianale che però gli sarebbe esploso tra le mani. Intorno alle 11.00 locali (le 5.00 italiane) la polizia ha bloccato la donna che si era cosparsa di liquido infiammabile in un presunto tentativo di immolarsi.

Altri media cinesi sostengono invece che testimoni hanno visto la polizia portare via una donna che si stava cospargendo in benzina, in quello che è apparso quindi un tentativo di auto-immolazione. Un video mostra alcuni agenti mentre la portano via. La polizia di Pechino riferisce che non è chiaro se vi sia una correlazione fra i due episodi. L'esplosione è stata avvertita a diversi isolati di distanza e sui social network sono circolate le foto della colonna di fumo che si è alzata dal luogo dell'esplosione.

E' morto Sergio Marchionne, l'uomo che salvò l'auto italiana
Una situazione che nelle ha imposto a FCA e Ferrari di riunire lo scorso fine settimana i CdA per la nomina dei nuovi vertici. Sua figlia Manuela , durante il ricovero, "non si è mai mossa dalla clinica: si amavano.

Un uomo ha fatto detonare una bomba nell'area esterna dell'ambasciata statunitense a Pechino, secondo quanto riferito da portavoce dell'ambasciata alla Cnn. L'ambasciata statunitense a Pechino, inaugurata nel 2008 dall'allora presidente George W Bush, sorge nel quartiere di Chaoyang, ha un muro di vetro antiproiettile ed è la terza sede diplomatica Usa al mondo per dimensioni.

La polizia cinese ha dichiarato che l'esplosione è stata causata da un piccolo congegno fatto in casa da un uomo di 26 anni rimasto ferito nell'attacco. Il giovane, proveniente da Tongliao, nella Mongolia continentale, è stato identificato solo con il cognome Jiang.

Share