Catalogna: Puigdemont a Sanchez, proponga una soluzione

Share

Ora che Madrid ha ritirato il mandato di cattura europeo, il leader catalano può tornare in Belgio dove ha detto che intende riprendere la sua attività politica per il popolo catalano e lavorare per il rilascio degli esponenti politici catalani che sono in prigione in Spagna.

Prima della conferenza stampa, l'ex governatore della Catalogna ha incontrato in mattinata dei membri del governo catalano ed ex ministri in esilio. Insieme a lui il presidente della Generalitat, Quim Torra e altri consiglieri catalani in carica. Dal Belgio Puigdemont conta di guidare la lotta indipendentista.

Paura in Indonesia, scossa magnitudo 6.4 sull’isola di Lombok
La scossa è avvenuta alle 5:47 ora locale (00:47 in Italia) con epicentro a Lelongken e ipocentro a soli 7,5 km di profondità. Il sisma è stato avvertito su tutta l'Indonesia centrale, in maniera molto intensa sull'isola di Lombok .

"Questa non è la fine del viaggio". E lo farà innanzitutto provando a mettere in piedi un 'Consiglio della Repubblica', organo non ufficiale della causa separatista in esilio, mirando alla sua internazionalizzazione. Raggiungerò ogni angolo del continente per difendera la giusta causa del popolo catalano.

La sua base sarà la villa di Waterloo, la 'Casa della Repubblica' dove i sostenitori al suo arrivo gli hanno fatto trovare su una siepe uno striscione giallo con la scritta 'Welcome president'. Alla fine del discorso sono state issate contemporaneamente le bandiere dell'Unione europea e della Catalogna; poi è stato intonato l'inno catalano. Quattro mesi fa poi, il 25 marzo, era stato arrestato in Germania mentre rientrava in Belgio tornando in macchina dalla Finlandia, in applicazione di un mandato d'arresto emesso dalla Spagna. La mossa di Madrid è arrivata nelle scorse settimane a seguito della decisione della giustizia tedesca di concedere l'estradizione in Spagna del leader indipendentista catalano solo per il reato di malversazione e non per quello di ribellione.

Share