Decreto dignità, Luigi Di Maio attacca il PD: "Vogliono bloccare l’indennizzo"

Share

Prima della Direzione era stato anche Gianni Cuperlo a criticare l'emendamento chiedendone il ritiro, sia per ragioni di merito sia perché, come ha poi detto in Direzione, "legittima la propaganda di Di Maio".

Di Maio: "Sulle indennità di licenziamento il Pd sta con i padroni". "Come si può essere contrari a una norma che dà un giusto indennizzo ai lavoratori che subiscono degli abusi?". spiega il vicepremier su Facebook.

"Il loro emendamento - prosegue Di Maio in un post - non servirà a nulla perché finalmente ormai sono minoranza, ma il segretario del Pd potrebbe spiegare a tutti perché un partito di 'sinistra' si schiera contro il riconoscimento di maggiori diritti a chi lavora?"

Siamo evidentemente di fronte a un arroccamento intorno alle posizioni contenute nel Jobs Act, che i democratici continuano a valutare positivamente rivendicandone gli effetti positivi sul versante occupazionale e respingendo al mittente le accuse di aver aumentato la precarizzazione delle esistenze, di aver spostato ulteriormente l'asse della contrattazione e di aver determinato la definitiva scollatura fra i lavoratori e il partito che storicamente li ha rappresentati. Il Pd difende senza pasticci le tutele crescenti, che anche voi non abolite. Vuoi confrontarti? Ecco la nostra proposta che alza indennità ai lavoratori anche in caso di conciliazione.

Ma come stanno effettivamente le cose? Il Dl dignità porta le mensilità minime di risarcimento da 4 a 6, mentre quelle massime da 24 a 36. Il riferimento è all'emendamento per "sopprimere l'articolo del decreto dignità che aumenta i risarcimenti per i lavoratori che vengono licenziati ingiustamente".

Calciomercato Napoli, De Laurentiis annuncia: "È fatta per Arias"
Aurelio De Laurentiis , presidente del Napoli , ha rilasciato alcune dichiarazioni alla radio ufficiale del sodalizio campano. Il tecnico ha dichiarato che il terzino albanese può spostarsi anche a sinistra, in attesa del recupero completo di Ghoulam.

Ma allora, perché il PD ha presentato un emendamento di questo tipo?.

Le risposte dei vari esponenti Pd a Di Maio, infatti, non sono entrate nel merito di questo emendamento, ma hanno posto l'accento su un emendamento differente.

Sono veramente esterrefatto dell'atteggiamento del Pd nei confronti del decreto dignità.

Il ragionamento dei dem, nella sostanza, è che innalzare le mensilità di indennizzo tout court avrebbe l'effetto negativo di scoraggiare le assunzioni da parte delle aziende, in linea con quanto sostenuto da Confindustria.

Share