Epidemia di listeria in Europa In Italia ritirati minestroni Findus

Share

L'azienda ha preso la decisione in seguito alla segnalazione del fornitore Greenyard sulla contaminazione da Listeria di una partita di fagiolini, utilizzati in minima parte all'interno dei minestroni Findus incriminati. Occorre specificare che la cottura degli alimenti annulla i rischi per la salute. Così come per i prodotti Findus, il ritiro è a scopo precauzionale e l'elenco preciso è disponibile sul sito ufficiale della Lidl.

Lidl, invece ha ritirato due prodotti surgelati a marchio Freshona nei punti vendita della sola Sicili. "I miei uffici - rende noto - hanno subito predisposto tutti i controlli e le misure necessarie". I ritiri fanno seguito a una segnalazione di allerta europea proveniente dall'Ungheria.

Dove si legge: "È in corso un richiamo volontario in via del tutto precauzionale dei seguenti lotti di produzione: Minestrone Tradizione 1 Kg, numero: L7311 L7251 L7308 L7310 L7334; Minestrone Tradizione 400g L7327 L7326 L7304 L7303; Minestrone Leggeramente Sapori Orientali 600g L7257 L7292 L7318 L8011; Minestrone Leggeramente Bontà di semi 600g L7306".

Scarlett Johansson, transgender nel prossimo film
Con riferimento ad attori e attrici etero (o bisex) che si sono già misurati con interpretazioni di ruoli transessuali. Non possiamo nemmeno entrare nella stanza.

Il batterio che causa la listeriosi è ubiquitario, molto diffuso nell'ambiente e si trova comunemente nel suolo, nell'acqua, nella vegetazione e nelle feci di numerose specie animali, senza che questi mostrino sintomi apparenti.

Lidl, questi i lotti: Art. 79520 "Freshona" Mais surgelato, 450g Codice a barre 20417963; Art. 12105 "Freshona" Mix di verdure surgelate, 1000g - Assortimento Gemuesemix - Mix di verdure Codice a barre 20039035. Findus tiene a precisare che la categoria dei prodotti oggetto del richiamo "prevede il consumo solo previa cottura, come chiaramente indicato sulle confezioni. A causa di tale rischio per la salute, i consumatori devono prestare molta attenzione a questo richiamo e non mangiare i prodotti sopra indicati".

Per Coldiretti, "il ritiro di lotti contaminati dalla listeria in Italia ed in tutta Europa è purtroppo solo l'ultimo di una serie di allarmi alimentari". "Di fronte all'atteggiamento incerto e contraddittorio dell'Unione Europea" continua nel comunicato l'associazione dei coltivatori diretti "si dimostra l'importanza di una informazione corretta con l'obbligo di indicare nell'etichetta l'origine dei prodotti, estesa a tutti gli alimenti con la necessità di togliere il segreto sui flussi commerciali con l'indicazione pubblica delle aziende che importano i prodotti dall'estero per consentire interventi rapidi e mirati".

Share