F1: trionfo Ferrari al Gp di Silverstone

Share

Vedremo domani, alle 15.10, cosa accadrà al via sperando che Vettel non resti invischiato nelle conseguenze dei duelli spalla a spalla, come accaduto un po' negli ultimi gp. Tornata ai box la safety car, le Ferrari hanno ricominciato a spingere: Vettel si è ripreso il comando della gara sorpassando Bottas dopo un lungo duello, a quel punto il finlandese della Marcedes ha lasciato la seconda piazza ad Hamilton - nel frattempo risalito - salvo poi perdere il podio proprio a vantaggio del connazionale Raikkonen, abile a passarlo nel finale.

Il suo compagno di squadra Valtteri Bottas, con pneumatici più vecchi, non è stato in grado di resistere agli attacchi di Vettel e alla fine si è dovuto accontentare del quarto posto. "Ero contento dell'ultimo giro ma ho perso troppo tempo nel rettilineo, forse mi è mancata un po' di scia ma sono felice del secondo posto, abbiamo buone opportunità domani". Poi siamo riusciti a sorpassare e ho superato una delle Mercedes. "Dalle parole di James Allison è stato un episodio deliberato o incompetente, dobbiamo giudicare tre le due". Seb ha talento, carisma, precisione, per piazzare un colpo fuori casa che vale più di 25 punti. Chi è lui per giudicare un pilota?

Un Bottas che dimostra il suo limite quando non riesce a resistere all'arrembaggio di Vettel, autore di un sorpasso preciso ed implacabile. Questa volta il danno è opera di Sainz e Grosjean, che si toccano mentre lo spagnolo tenta l'affondo sul francese.

10 secondi di penalità che Kimi accetta, ma non condivide in quanto nei precedenti casi la sanzione era stata di soli 5 secondi e non 10.

E noi ce la stiamo godendo.

Chelsea, Conte c'è ma non si vede. Sarri resta in attesa
Ma Conte , ad oggi ancora l'allenatore del Chelsea , non viene né menzionato né appare in alcuna delle immagini. Manca però l'ok del Napoli , e Sarri ha 48 ore per liberarsi definitivamente da De Laurentiis e dai partenopei.

Senza dimenticare la gara consistente di Kimi Raikkonen, seppur macchiata dall'errore sul contatto con Hamilton e da qualche calo di concentrazione che lo ha privato di una sicura seconda posizione.

Importa invece ai piloti Ferrari che hanno risposto così alle "tattiche interessanti" sottolineate sempre dal pilota inglese. Essere accompagnati verso lo spin dopo poche centinaia di metri non aiuta a mantenere la serenità. Ho visto l'episodio di oggi solo brevemente e non credo ci fosse alcuna intenzionalità. Questo è il modo in cui vanno le cose a volte. "Grazie del sostegno del team, grazie a tutti i ragazzi" ha detto Vettel, dopo la vittoria del Gp di Gran Bretagna nonostante i problemi al collo.

SILVERSTONE Lewis Hamilton non ha gradito.

Però adesso non bisogna rischiare che delle incomprensioni diventino il pretesto per azioni veramente deliberate che possano alterare gli equilibri in pista.

Share