Federmoda, via saldi, spesa di 98 euro

Share

Nella moda femminile fanno invece tendenza gli accessori, che con una spesa contenuta consentono di rinnovare il look: bastano infatti un foulard, una cintura particolare o un oggetto di bigiotteria azzeccato nella forma e nel colore per dare nuovo smalto anche ad un vecchio abito.

A Napoli, il via ufficiale ai saldi estivi è partito oggi, sabato 7, all'apertura dei negozi. Fanno eccezione le province autonome di Trento (dove i saldi sono stati liberalizzati e possono effettuarsi tutto l'anno, previo avviso alla Camera di Commercio) e Bolzano, che ha fissato l'inizio in alcuni distretti al 6 luglio e in altri al 10 agosto. Si evidenzia, inoltre, un incremento delle vendite del settore profumeria-estetica, per prodotti come creme solari, cosmetici e prodotti per l'igiene personale; ormai anche per questa tipologia di articoli si tende ad aspettare le vendite di fine stagione per procedere con l'acquisto. Secondo le stime dell'Ufficio Studi di Confcommercio, ogni persona spenderà in media 98 euro per l'acquisto di articoli di abbigliamento e calzature in saldo.

"In linea generale la partenza dei saldi estivi 2018 risulta fiacca specie nei negozi tradizionali e nei centri commerciali, con le vendite che non sono decollate - analizza il presidente Rienzi - I consumatori mostrano una grande prudenza, e chi gira per le vie dello shopping si limita ad osservare ma ancora non compra". Chi trasgredisce rischia multe salate: nel Lazio ad esempio, le sanzioni vanno da 1500 euro in su.

"Oramai i saldi non sono più un appuntamento atteso dalle famiglie e hanno del tutto perso il loro valore - spiega l'avv. Le temperature di questi giorni sembrano anche favorire le vendite dei capi più leggeri, per cui partiamo sotto i migliori auspici". Ecco alcuni consigli da tenere bene a mente prima di approfittare degli sconti. Il dato nazionale è un dato che possiamo tranquillamente sottoscrivere anche per il nostro Circondario Imolese. Il cliente deve denunciare il difetto entro due mesi dalla scoperta, chiedendone la sostituzione o il rimborso del prezzo, scontrino alla mano. È improbabile, per non dire impossibile, che a fine stagione il negozio sia provvisto, per ogni tipo di prodotto, di tutte le taglie e colori.

Chelsea, Conte c'è ma non si vede. Sarri resta in attesa
Ma Conte , ad oggi ancora l'allenatore del Chelsea , non viene né menzionato né appare in alcuna delle immagini. Manca però l'ok del Napoli , e Sarri ha 48 ore per liberarsi definitivamente da De Laurentiis e dai partenopei.

Occhio agli sconti superiori al 50%. Spesso nascondono merce non nuova, o il prezzo originario è stato maggiorato. Attenzione alle vetrine coperte da manifesti che non consentono di vedere la merce.

Preferire i negozi di fiducia. Le motivazioni economiche sono forti soprattutto al Sud, dove chi segnala di non avere risorse è il 43% di chi non partecipa ai saldi.

Provare i capi. E' sempre meglio provarli, ma non è obbligatorio per il negoziante.

Share