Incendi in Grecia, voli regolari. Ma si registrano i primi ritardi

Share

Immagini drammatiche, auto in fiamme e grida disperate!

Dimitri Tzanakopoulos, portavoce del governo, ha detto alla televisione nazionale che tra i feriti, ricoverati in ospedale, ci sono persone in gravi condizioni. Alcune persone, afferma l'emittente Skai, hanno cercato di sfuggire alle fiamme correndo verso il mare, ma una scogliera li ha costretti a tornare indietro per cercare un'altra via di fuga, e non ce l'hanno fatta. Mi aspetterei che oltre al simbolico gesto dell'invio di due canadair si pensasse ad una mobilitazione più efficace e di vero aiuto. Un primo incendio avanza a nordest di Atene, nei pressi di Penteli, muovendosi verso la città di Rafina; un secondo incendio sta devastando le pinete in una zona a 50km a ovest della Capitale. In una villa sulla spiaggia di Argyri sono stati trovati 26 corpi, che si abbracciavano per proteggersi. Sulla questione è intervenuto anche l'ambasciatore italiano in Grecia, Efisio Luigi Marras, che come riporta Il Corriere della Sera ha ammesso: "Abbiamo visto scene raccapriccianti". "Mati non esiste nemmeno più come insediamento", è la testimonianza di una donna sopravvissuta agli incendi alla tv greca Skai, ripresa dai media internazionali.

Con un tweet l'Unità di crisi della Farnesina ha fatto sapere di star lavorando per verificare la presenza di italiani e garantire loro assistenza. Il forte vento e le temperature intorno ai 40 gradi rendono infatti particolarmente difficili le operazioni.

Giffoni Film Festival 2018: cinema, musica e tanto altro
"Ma qui si responsabilizzano i ragazzi al giudizio, qui crescono con l'odore del cinema, con l'amore per il confronto". Vorrebbe dire avere un'intera generazione che amerà andare al cinema, che amerà e amerà il prossimo".

Nel frattempo il governatore dell'Attica, che ha proclamato lo stato di emergenza nella zona est e ovest, sta mettendo a disposizione bus e cisterne di acqua per aiutare a domare le fiamme. Ci sono persone che potrebbero essere morte annegate nel tentativo di salvarsi dalle fiamme. Da Cipro arriverà un aereo militare con 60 vigili del fuoco e altri due aerei sono attesi dalla Spagna. Proprio nei villaggi vacanze, in particolare quello di Mati, sono stati registrati i maggiori danni.

La notizia, prosegue l'emittente, è stata confermata dal sindaco di Pikermi-Rafina, Evangelos Bournos, secondo il quale gli incendi hanno distrutto finora almeno 1'000 abitazioni nella zona.

Si è trattato, almeno stando alle stime effettuate sino ad ora, di 47 focolai simultanei in cinque diversi fronti: è la ragione che ha spinto il governo a chiedere l'intervento degli Usa che in Grecia hanno mezzi e uomini dislocati in varie aree del Paese.

Share