La Camera taglia i vitalizi. Non c'è niente da festeggiare

Share

Il provvedimento anticipa infatti l'azione dell'ufficio di presidenza di Palazzo Madama, dove la misura non è ancora stata incardinata e dove si è deciso di prendere ulteriore tempo prima di procedere.Gli ex parlamentari hanno annunciato una class action contro i membri dell'ufficio di presidenza.

Oggi è un giorno importantissimo per tutti i cittadini di questo Paese e, lasciatemelo dire con un po' di orgoglio, anche per il Movimento 5 stelle. Cittadini che malgrado hanno pagato e paghino profumatamente parlamentari, ex parlamentari e consiglieri regionali non vedono la risoluzione dei loro problemi, a cominciare da quello occupazionale.

Matteo Salvini, vicepremier e segretario della Lega ha ricordato che la delibera approvata in Parlamento provvederà al taglio dei vitalizi a 1.240 ex parlamentari. I deputati del M5S si sono presentati di fronte alle telecamere in piazza Montecitorio con palloncini e bottiglie di champagne per festeggiare l'avvenimento.

Movimento 5 Stelle in festa per l'approvazione del taglio dei vitalizi, con Luigi Di Maio sugli scudi. Secondo Paolo Cirino Pomicino: "i padri costituenti erano viventi e compresero che la libertà dei legislatori doveva essere garantita anche sul piano economico nel presente e nel futuro, senza arricchimenti ma con la dignità pari alla funzione svolta". Il record assoluto spetta all'ex deputato di Locri, Mario Laganà: da 4.825 a 1.282 euro mensili (più o meno lo stipendio di un vigile del fuoco), ossia - 72,8%. L'ex presidente della Federcalcio Antonio Matarrese vedrebbe più che dimezzarsi il suo assegno da 7.700 euro al mese, frutto di 5 legislature. Poi Di Maio ha sostenuto che, in tema di flessibilità in uscita, dovrebbero beneficiarne coloro che hanno maturato i 41 anni di contributi, indipendentemente dall'età anagrafica. L'importo del vitalizio per chi ha subito una riduzione dell'importo superiore al 50% è fissato a 1.470 euro.

Libera dopo otto anni la vedova del Nobel Liu Xiaobo
Lo scorso maggio, un attivista cinese residente in Germania aveva diffuso l'audio di una telefonata con Liu Xia , in cui la donna - tra le lacrime - si diceva pronta a morire.

Come spiegato sopra, il provvedimento riguarderà solo gli ex deputati e non gli ex senatori.

Per i parlamentari in carica il vitalizio è già stato abolito con una legge del 2012 ed è stato sostituito con una pensione calcolata con il regime contributivo.

Gli assegni vengono erogati fino alla morte del beneficiario.

La ragione che ha portato alla concessione dei vitalizi sta nell'idea di assicurare a tutti il diritto alla partecipazione alla vita politica, indipendentemente dalle condizioni economiche di partenza.

Share