Lega delle Leghe, la mappa dei possibili alleati di Salvini in Europa

Share

Dopo il discorso è stata la volta del tradizionale giuramento, che Salvini ha pronunciato con il rosario in mano, come a conclusione della campagna elettorale. "Oggi" ha poi continuato il Ministro riferendosi alla Proactiva Open Arms che si sta dirigendo a Barcellona, "c'è una terza nave che prenderà la via di un altro paese e ce ne saranno una quarta, una quinta e così via". Con le prossime Europee che saranno "un referendum fra l'Europa delle élite, delle banche, della finanza, dell'immigrazione e del precariato, e l'Europa dei popoli e del lavoro".

Sul piano dell'alleanza di governo con il movimento 5 Stelle, Salvini da un lato ha voluto rassicurare: "Cercano di farci litigare con i nostri compagni di governo, ma non ci riusciranno". Senza i quali anche l'idea (pur generosa e volenterosa) di fronti repubblicani si rivelerebbe velleitaria dinanzi ai Salvini e gli Orban di turno. "E questo se lo deve mettere in testa chi arriva in Italia domani mattina". Penso - ha concluso Salvini - che in questo primo mese di governo abbiamo dimostrato che la Lega non parla ma fa. Segretario di un partito dapprima antimeridionalista, successivamente xenofobo, e infine ultranazionalista, che ultimamente si rivela simpatizzante di leader europei che manifestano simpatie para-fasciste. Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, affermando dal palco di Pontida che "Salvini è capace di cambiare la storia d'Italia e d'Europa". "E' impossibile per Salvini stare con Di Maio, credo che sia giusto che torni a casa, con il centrodestra, con Forza Italia e Fratelli d'Italia". "L'anno scorso Salvini dal palco ha detto che la Lega sarebbe stata al Governo, e ha mantenuto la promessa", ha sottolineato.

Giuseppe Conte e Angela Merkel: nessun accordo sui migranti secondari
"O la gestiamo o nessuno crederà più al nostro sistema di valori". "E questo va migliorato", ha detto Angela Merkel . La cancelliera Merkel ha parlato di una "coalizione di volenterosi ", se non sarà possibile un accordo fra tutti.

Ma tutti ora provano a scalfire la sua solidità, dagli alleati all'opposizione (che non c'è quasi più). Poi ha chiesto al suo popolo: "Avete voglia voi di giurare di non mollare fino a che non avremo liberato i popoli di questa Europa?" ottenendo il "sì" del suo popolo. Salvini ha postato su Facebook: "Bravissime, mi piacerebbe incontrarle e abbracciarle". Il vicepremier, che comunque ringrazia Bossi e Maroni, indossa bermuda e t-shirt dei Giovani Lega, blu (il nuovo colore di Pontida, che prende definitivamente il posto del verde), col suo volto stampato al centro sopra la frase "La pacchia è stra-finita", pronunciata contro quello che, a suo dire, è il "laissez faire" dell'accoglienza.

Pontida - Cipolla, 'nduja e salumi calabresi sono stati i protagonisti dello stand della Calabria a Pontida. E per farlo serve una maggioranza di blocco che impedisca alla Merkel e a Macron di 'il bello e il cattivo tempo'. Ci sono cose che non si possono fare.

Share