Marchionne in ospedale, sue condizioni sono irreversibili

Share

"È la fine dell'epoca del 'Bulldozer' o del 'Super Marchionne', i due soprannomi che vennero attribuiti al Ceo di Fca", scrive la Matinale du Monde - la versione per smartphone del quotidiano Le Monde - in un ampio articolo dedicato al manager che "ha profondamente rimodellato il gruppo". Sull'elettrificazione Fca punta 9 miliardi nel nuovo piano industriale, ma quello è il futuro prossimo. Il ritardo è un problema soprattutto per Europa e Cina, dove le regolamentazioni a favore dei mezzi ecologici sono più stringenti.

"Magari con Marchionne non siamo andati d'accordo in questi anni quasi su nulla, ma vedere una certa sinistra che quando era potente gli ha permesso di fare ciò che voleva, mentre adesso che è su un letto di ospedale lo attacca, è veramente miserabile".

La Ferrari, scesa in pista ieri a Hockenheim per il Gp di Formula1, avrebbe voluto dedicare un successo a quel manager che è rimasto per tanto tempo al fianco della rossa, ma non ce l'ha fatta per un incidente che ha messo fuori causa Seb Vettel nel momento in cui era in testa a pochi giri dal termine.

Allerta meteo, piogge in arrivo sul nord Italia
Mattinata serena ovunque, nel pomeriggio possibilità di acquazzoni e temporali prevalentemente sui settori collinari e montuosi. Pertanto sulle coste tirreniche e in Sardegna i cieli si presenteranno spesso sereni o poco nuvolosi.

Prima di chiudere l'accordo con Chrysler, in un discorso diventato celebre, Marchionne aveva profetizzato che sarebbero sopravvissuti i grandi gruppi in grado di superare il tetto dei 6 milioni di vetture prodotto ogni anno. Per gli analisti la nomina dell'ex capo di Jeep alla guida di Fca è letta come un'opzione "nel segno della continuità", come afferma Equita secondo cui che Manley sia ora alla guida è un fatto "ragionevole, trattandosi del responsabile del brand Jeep dal 2009 e Ram dal 2015 (che insieme stimiamo generino più del 60% del fatturato e più dell'80% del margine operativo di gruppo), la cui crescita è indispensabile per centrare l'ambizioso business plan presentato di recente". Non vuol dire per forza perdere l'indipendenza, ma c'è sicuramente un tema di aggregazioni dove l'intenzione di Exor di affrancarsi dall'auto non gioca a favore di Fca. Una reazione che fa il paio con quella di stamattina a Piazza Affari. Manley deve piazzare almeno un grande colpo analogo per tenere il gruppo in partita.

Poi il ricovero, quindi il precipitare della situazione con le voci sempre più insistenti di un avvicendamento più rapido al vertice del gruppo. Penso per esempio a Fiat che, con il focus su Cinquecento che è stata brandizzata, rischia di diventare un guscio vuoto.

La successione a Marchionne è stata tutt'altro che indolore. Hyundai è un nome che continua a circolare.

Share