Maxi-truffa del bio, i Nas sequestrano cento tonnellate di cibo irregolare

Share

Risultati sconvolgenti dei 186 controlli eseguiti dai carabinieri dei Nas fra marzo e maggio nella filiera "biologica". Gli alimenti biologici sono quelli che provengono da coltivazioni e allevamenti che usano tecniche di produzione a basso impatto ambientale e che rispettano determinati protocolli che vietano l'utilizzo di concimi, insetticidi e qualsiasi sostanza di tipo chimico.

In un caso particolare è stata scoperta un'azienda agricola che vendeva prodotti falsamente etichettati come biologici.

TREVISO Stretta sui controlli negli ultimi mesi da parte dei militari del comando carabinieri per la tutela della salute.

Non si fermano le frodi nel settore biologico e a dimostrarlo c'è l'ultimo bilancio dei Carabinieri del Nas.

Quando arriva Cristiano Ronaldo alla Juventus
Non ci sono dubbi che l'arrivo di Ronaldo porterebbe la Juventus a un livello superiore, una delle squadre più forti del mondo. Una cosa è certa: da tre giorni a questa parte non si parla d'altro.

Nas Milano, maggio 2018 Disposta l'immediata chiusura di una ditta della provincia di Milano, attiva nella produzione di alimenti per la prima colazione a base di cereali provenienti da agricoltura biologica e tradizionale, a causa di una estesa infestazione di roditori presenti nei locali di produzione e magazzino, con diffusa presenza di escrementi e di foratura degli imballaggi. Quarantanove le violazioni amministrative contestate, per un ammontare complessivo di 55 mila euro di sanzioni pecuniarie; violazioni essenzialmente riconducibili alla carente applicazione delle procedure di autocontrollo per garantire la sicurezza alimentare, insufficiente etichettatura e detenzione di prodotti alimentari biologici con termini di conservazione superati.

Sono state sequestrate ben 100 tonnellate di cibo bio irregolare, con farine scadute e topi nelle aziende. Sono state contestate violazioni amministrative per 2.000 euro nonché segnalate criticità procedurali ed igienico sanitarie all'Autorità sanitaria locale.

Nonostante questi episodi aumentano del 10,5% le vendite di prodotti alimentari biologici in Italia con un trend positivo ininterrotto da un decennio secondo una analisi della Coldireti su dati Nielsen relativi al primo quadrimestre del 2018 negli Iper e supermercati. Infine i Nas segnalano ad Aosta, a conclusione di accertamenti in un negozio di alimenti "bio", il sequestro di 130 confezioni di prodotti alimentari biologici recanti in etichetta la scadenza oltrepassata.

Share