Milan, promessa Leonardo: "Torneremo nell'élite del calcio"

Share

Il pareggio per 1 a 1 contro il Manchester United di José Mourinho ha segnato un buon esordio per il Milan in International Champions Cup e poco conta la sconfitta ai rigori, che in amichevoli estive come quella giocata nel primo mattino italiano a Pasadena lascia il tempo che trova.

La pedina che potrebbe avviare il domino potrebbe essere quella del portiere ("Per me Donnarumma e Reina sono una coppia equilibrata, facile da gestire") oppure quella di Leonardo Bonucci: "L'incontro con la Juventus nasce dalla sua volontà, vediamo se esiste la possibilità di realizzarla". Cartellini ed ingaggi sono raddoppiati negli ultimi anni e questo non ci aiuta, rendono difficile l'inserimento di grandi nomi. In sintonia si deciderà: "non è detto che vada o che resti". Il Milan 2018/2019 partirà con questa caratteristica, dopo aver rinnovato invece l'intero CdA la scorsa settimana. Un'avventura per la quale Leonardo non nasconde emozione, rispondendo anche ai tifosi che gli hanno dato del traditore.

Li capisco perfettamente, li rispetto. C'è un rapporto sentimentale e una parte più pratica. "I ritorni sono sempre difficili, forse è la mia sfida più grande perché vorrei realizzare qualcosa di grande nella mia seconda casa". Un ds in società? Però la scelta delle persone è importante, bisogna fare le cose con calma.

Sgombero campo nomadi di Roma, sbloccata la sospensiva della Corte Europea
Un 31enne residente nel campo ha raccontato: "Questa mattina sono venuti per buttarci fuori, ci hanno trattato come animali". Un fatto inedito che, prima del giudizio della Corte Europea, non era presente".

L'asse tra Milano e Torino non riguarda solo il possibile ritorno di Bonucci in bianconero: le sliding doors del calciomercato si estendono anche a Gonzalo Higuain, con Alvaro Morata uno dei due indiziati - nei desideri della tifoseria - a guidare l'attacco rossonero del futuro. "I nostri obiettivi rimangono infatti gli obiettivi del Fair Play Finanziario".

Quello del Milan non sarà un calciomercato "folle".

"KALINIC? NON C'E' SOLO L'ATLETICO MADRID" - "Su Kalinic ci sono molte opportunità, non solo l'Atletico Madrid, ma ancora non c'è niente vicino a un accordo". Però ci sono situazioni che dobbiamo risolvere.

Share