Nato, Trump: "Alleati raddoppino spese Difesa"

Share

Il presidente Donald Trump ha a sua volta convocato a sorpresa una conferenza stampa dopo le notizie sulle sue minacce rivolte agli alleati della Nato.

I leader mondiali sono attualmente riuniti a Bruxelles, in Belgio, per il vertice Nato del 2018, e dopo le tensioni al vertice del G7 del mese scorso, non mancano i problemi da risolvere.

Nel frattempo il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ha dichiarato che i Paesi alleati hanno concordato di versare il 2% del Pil, e per raggiungere questo obiettivo "c'è ancora strada da fare".

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha prima minacciato di uscire dalla Nato se gli alleati non faranno subito degli sforzi per aumentare le loro spese militari.

LA BIANCONERA - #CR7 è della Juventus, un giorno potremo dire "Io c'ero"
Gigi Buffon è ormai un nuovo giocatore del PSG . "E' un onore presentare Buffon: è un grande portiere , un grande leader". E poi posso contribuire al miglioramento della squadra, perché questa squadra possa ambire a traguardi più importanti.

"Cara America, apprezza i tuoi alleati - afferma Tusk - dopotutto non ne hai così tanti e l'Europa spende di più per la tua difesa, perché tutti rispettano un alleato che è ben preparato e dotato".

Questa "foto di famiglia" dei membri della Nato che appaiono molto poco a loro agio e guardano in diverse direzioni sembra catturare perfettamente le significative differenze di opinione e conflitti che oscurano il vertice. E Staino commenta: "Meno ideali e più contributi". "Secondo alcuni resoconti, gli Stati Uniti stanno pagando il 90% della Nato, con molti paesi non vicini al loro impegno del 2%".

Due adolescenti, un ragazzo di 16 anni ed una ragazza di 15, sono stati arrestati in quanto sospettati di un brutale pestaggio ai danni di un ex ambasciatore negli Stati Uniti. Così come gli appelli della Ue che ricorda a Trump che "gli Usa non hanno nessun miglior alleato" che lavora per una difesa comune. In ultima analisi, la Germania avrà quasi il 70% del Paese controllato dalla Russia, tramite il gas naturale: "e mi dica, è corretto? - ha detto a Stoltenberg - ci lamentiamo da tempo, non sarebbe mai dovuto accadere".

Tusk e altri membri della Nato sono anche preoccupati per le implicazioni sulla sicurezza delle relazioni amichevoli di Trump con Putin, che elogia pubblicamente più dei suoi partner europei.

Share