Paolo Ruffini nuovo prefetto del dicastero comunicazione

Share

Dal 2014, Ruffini era direttore di Rete Blu, che riunisce il canale Tv2000 e Radio In Blu, media della Conferenza Episcopale Italiana. È figlio di Attilio, deputato della Democrazia Cristiana, e nipote di Ernesto Ruffini, cardinale arcivescovo di Palermo. Si è laureato in Giurisprudenza presso l'Università di Roma La Sapienza. È giornalista professionista dal 1979. Si e' sposato nel 1986 con la Sig.ra Maria Argenti. Nei suoi otto lustri di carriera, ha riscosso ampio consenso e ricevuto diversi premi, figura di spicco nel mondo del giornalismo cattolico, che emerge per competenza ed equilibrio. Un laico al posto di monsignor Dario Viganò, dimessosi dal ruolo di prefetto il marzo scorso a seguito della vicenda della lettera di Benedetto XVI. "E mettere a disposizione di un disegno più grande il mio impegno, tutto quel che so e tutto quel che sono".

"Mi è capitato molte volte nella vita - ha proseguito Ruffini - di dover cambiare ruolo".

Il direttore di Tv2000 ricorda poi una risposta che il Papa gli diede nell'intervista insieme a Lucio Brunelli alla conclusione del Giubileo della Misericordia: "la Chiesa come istituzione la facciamo noi, ognuno di noi". Di dover ricominciare. Sempre in maniera non prevista. Ma non è un cammino che si interrompe. Quella di Papa Francesco è stata una chiamata che mi ha sorpreso, che non mi aspettavo, per un compito così grande da essere anche misura e ammonimento costante della mia personale piccolezza.

Mondiale, oggi gli ultimi due Quarti. Inghilterra e Croazia cercano la Semifinale
Theo Francken gli ha prontamente risposto: "Ci sono due modi per guardare alla vita: con umorismo o con invidia e asprezza". Da Fifa18 a Call of Duty , i calciatori passavano troppe ore incollati davanti alla tv invece di provare a far gruppo.

Ruffini commenta, in una dichiarazione rilanciata dal Sir: "Gli anni a Tv2000 sono stati per me un cammino bellissimo, entusiasmante, fatto con persone straordinarie". Ma questa - ha detto Ruffini - è la più imprevista di tutte. Di fronte a questa chiamata potrò sempre e solo esprimere gratitudine.

"È una nomina che valorizza un professionista di primo piano, che ha contribuito in maniera decisiva a far crescere 'Tv2000' e il Circuito radiofonico 'InBlu'; un amico stimato, che ha saputo far squadra, paziente e lungimirante. Nel ringraziare il Santo Padre per questa fiducia, siamo certi di trovare nel dottor Ruffini un interlocutore prezioso per continuare una collaborazione fruttuosa a servizio della missione della Chiesa".

Share