Ryanair, proclamato sciopero di 24 ore per piloti e assistenti di volo

Share

L'ondata di scioperi di Ryanair arriva anche in Italia.

I piloti e gli assistenti di volo di Ryanair in Italia sciopereranno il prossimo 25 luglio per 24 ore, hanno annunciato Filt Cgil e Uiltrasporti, spiegando che la protesta si inserisce nel quadro di agitazione che coinvolgerà il personale della compagnia irlandese anche in Belgio, Portogallo e Spagna. A proclamare lo sciopero sono gli assistenti di volo di Ryanair, la principale low cost d'Europa che una delle sue basi nell'aeroporto di Orio al Serio-Bergamo.

Non è tutto. Si perché il 26 luglio a incrociare le braccia sarà il personale di Ryanair in Spagna, Portogallo e Belgio. "È inaccettabile che la compagnia, nonostante le sentenze della magistratura e a dispetto dei più elementari diritti costituzionali, continui a preferire unilateralmente interlocutori minoritari". Come aveva anticipato in data 3 luglio lo 'Sportello dei Diritti' e ripreso dai media nazionali, la motivazione della protesta è "la richiesta di migliori condizioni di lavoro, il rispetto dei diritti per gli assunti di ciascuno Stato in cui opera la compagnia aerea e l'avvio di un tavolo per la negoziazione di un accordo collettivo". Il Corriere della Sera, che per primo ha accolto il botta e risposta tra dipendenti e azienda, ha calcolato che potrebbero essere cancellati circa 400 voli in partenza dall'Italia, creando disagi a migliaia di passeggeri che potrebbero dover addio alle vacanze o che potrebbero essere costretti ad arrivare in ritardo alla propria meta.

Buffon al Psg: è fatta
Poco dopo sono arrivate le parole di Al Khelaifi: "Siamo molto orgogliosi di accogliere Buffon all'interno della nostra squadra". Solamente un progetto così ambizioso mi ha portato per la prima volta nella mia carriera a lasciare il mio paese.

Sciopero in vista per il personale Ryanair. "La nostra battaglia di civiltà, legalità e dignità per i lavoratori e le lavoratrici di Ryanair non si fermerà fino a che la proprietà della compagnia non comprenderà che l'approccio sinora tenuto dal management è contrario agli interessi degli azionisti, dei dipendenti e dei passeggeri", concludono.

Gli scioperi annunciati oggi che verranno effettuati in base ai regolamenti di ogni paese si aggiungono allo sciopero delle ventiquattro ore convocato da un gruppo di piloti irlandesi per il 12 luglio.

Share