Scarlett Johansson, transgender nel prossimo film

Share

Il film racconta la vicenda di Jean Marie Gill, personaggio realmente esistito che negli anni 70 si fece largo nel mondo della malavita di Pittsburgh (attraverso la gestione di un salone di massaggi, attività di copertura per affari di prostituzione, mafia e riciclaggio) assumendo un'identità maschile, quella di Dante "Tex" Gill. Sappiamo che non è successo.

Anche Jamie Clayton di "Sense8" e "Neon Demon" ha protestato sulla stessa linea: "Gli attori trans non hanno provini se non per ruoli di personaggi trans". "Questo è il vero problema". Non possiamo nemmeno entrare nella stanza. Tutto è cominciato da queste parole, scritte da Twitter da Trace Lynsette, attrice transgender apparsa recentemente anche in Trasparent: "Potete continuare a interpretarci ma noi non possiamo interpretare voi?".

Psg ufficilializza Buffon: "Potevo venire solo a Parigi"
Il suo arrivo ribadisce il nostro desiderio di puntare sempre più in alto, un'ambizione che intendiamo perseguire con una determinazione ancora più forte".

Alla richiesta di un commento, un portavoce della diva ha peggiorato le cose: "Ditegli che possono parlare con Jeffrey Tambor, Jared Leto e Felicity Huffman", è stato il messaggio che elencava altre star di Hollywood "cisgender" (che si identificano nel genere in cui sono nate) a cui sono state affidate parti di trans. Con riferimento ad attori e attrici etero (o bisex) che si sono già misurati con interpretazioni di ruoli transessuali. Jeffrey Tambor ha vinto un Emmy per il ruolo da protagonista nella serie comedy di Amazon Transparent, mentre Jared Leto ha vinto un Oscar per Dallas Buyer's Club e Felicity Huffman ha ottenuto una nomination all'Oscar per Transamerica. Non ha aiutato l'iniziale descrizione del personaggio interpretato dalla Johannsen come una "donna che voleva essere conosciuta come uomo". E sempre Trace ha accusato il sistema del cinema: "Non solo ci rubate la nostra storia, ma vi date pacche sulle spalle e vincete trofei scimmiottando quello che abbiamo vissuto".

Share